Zack Snyder parla della sua Snyder Cut di Justice League, la versione originale del film uscito nel 2017 che arriverà su HBO Max a marzo.

Come ben saprete Justice League del 2017 ha avuto una produzione a dir poco travagliata: dopo l’abbandono di Zack Snyder per una tragedia familiare, la Warner Bros. ha ingaggiato Joss Whedon ed ha rimaneggiato completamente la versione originale del regista in pochi mesi, senza rinviare il film e tagliando gran parte di esso.

Per anni Warner Bros. ha sempre smentito una possibile uscita della versione originale del regista, ma alla fine (spinta dalle forti pressioni dei fan) ha deciso finalmente di produrla (vietata ai minori), fissando la data per il 18 marzo di questo 2021 su HBO Max in America e nelle sale cinematografiche aperte.

Ieri è uscito il trailer ufficiale del film (che trovate cliccando qui) che include tantissime immagini inedite, tra cui un frame già emerso in un teaser di giovedì: Darkseid insieme a Desaad e una figura femminile. Come giustamente hanno ipotizzato alcuni fa, quel personaggio è Granny Goodness, che appartiene all’élite di Apokolips, guida le Furie e gestisce l’orfanotrofio del pianeta con l’obiettivo di creare spietati guerrieri.

La conferma definitiva è arrivata dallo stesso Snyder su Vero:

Inoltre nel corso di una recente intervista, il regista ha parlato di Martian Manhunter, che nel film verrà interpretato tramite motion capture da Harry Lennix:

Lui è l’esempio – e forse anche Superman ed il resto della Justice League – di una persona che si batte per quello in cui crede. Questo è il motivo per cui si manifesta nella sua vera forma. Inoltre, la minaccia rappresentata da Darkseid è decisamente grande. Certo, la Terra è stata in pericolo anche prima, ma non puoi guardarla bruciare per sempre.

Infine Snyder ha discusso dei piani per la distribuzione fuori degli Stati Uniti, spiegando:

Non è stato fatto un lavoro fantastico con la distribuzione del ilm. Non conosco il motivo, ma non punto il dito contro nessuno.

Parte del problema è legato al fatto che nessuno si aspettava questo film. Solitamente ad Hollywood le persone che distribuiscono i film prima capisco quando viene realizzato e poi hanno il giusto tempo per farlo, solitamente 2 anni. Il problema si è posto quando il nostro film è stato completato in 6 mesi. Ha colto tutti alla sprovvista.

Anche quando è stato dato il “semaforo verde” alla Snyder Cut, probabilmente non hanno capito quel senso di urgenza da parte del pubblico di tutto il mondo.

A riguardo, per l’Italia non è stato ancora deciso nulla: HBO Max ha inviato ai vari distributori il film ed ora non rimane che attendere il network che deciderà di acquisirlo.