Il regista ha rivelato alcuni dettagli che spiegano la presenza di Deathstroke nella Snyder Cut di Justice League, in arrivo dal 18 marzo.

Attenzione a possibili SPOILER minori sulla Snyder Cut di Justice League.


Sin da quando Joe Manganiello ha debuttato come Deathstroke nella scena post credit della versione cinematografica di Justice League, in molti si aspettavano un suo ritorno nel DCEU…ed effettivamente Ben Affleck lo aveva scelto come villain per la sua versione di The Batman prima di abbandonare completamente il progetto.

Da allora però non ci sono state più notizie, ma lo scorso anno Zack Snyder ha confermato di aver girato con Manganiello alcune scene della sua Snyder Cut di Justice League, la versione originale del film in arrivo dal 18 marzo: come anticipato dal regista, Slade Wilson farà il suo ritorno nella celebre sequenza Knightmare, ambientata in un futuro distopico già anticipata in Batman v Superman.

In una recente intervista, Snyder ha rivelato alcuni dettagli in più sul ruolo di Slade Wilson, spiegando:

“Quando lo troviamo, chiaramente lui e Batman hanno stretto una specie di accordo ed hanno una specie di collaborazione. C’è un nemico più grande, immagino. Non sono in un combattimento letale, ma stanno lavorando insieme per cercare di capire come far funzionare questo mondo.

Inoltre, nella stessa intervista, Snyder ha spiegato il perchè ha deciso di riportare il Joker di Leto:

“E’ tutto incentrato sul tentativo di mantenere la promessa di avere Joker in questo universo e di farlo incontrare con Batman. Ho sempre voluto inserirlo nella sequenza Knightmare, quindi è stata una grande opportunità. Quando ho parlato con Jared era interessato a farlo e ho pensato “ok, sembra una cosa che non posso lasciarmi minimamente sfuggire”.

A prescindere dall’idea che ognuno di noi ha su questo progetto e sul regista, l’idea di vedere Batman, Deathstroke e Joker insieme sul grande schermo in un futuro apocalittico è decisamente interessante!

Fonte