Zack Snyder spiega il momento esatto in cui ha capito che Warner era più propensa all’idea di far uscire la sua Snyder Cut di Justice League.

Dopo anni di attesa, speranze, petizioni e finte smentite, il 18 marzo è uscita su Sky la Zack Snyder’s Justice League, che mostra l’opera completa del regista senza i pesanti tagli imposti dalla Warner. A seguito dell’enorme successo del film, i fan hanno iniziato a chiedere a gran voce a Warner Bros. di sviluppare altre storie e di ripristinare tutto ciò che aveva in mente Snyder lanciando l’hashtag #RestoreTheSnyderverse, che in meno di 24 ore è stato menzionato 1 milione e mezzo di volte, raggiungendo un successo a dir poco incredibile.

Come molti di voi ricorderanno, i fan non hanno mai smesso di abbandonare il regista, condividendo per anni l’hashtag #ReleaseTheSnyderCut e coinvolgendo persino molti attori.

Nel corso di una recente intervista con Vanity Fair, Zack Snyder ha parlato dell’intero processo che ha portato all’autorizzazione del suo montaggio, partendo dalle primissime conversazioni che ha avuto con i dirigenti della Warner:

2 anni dopo l’uscita, all’anniversario del film a novembre 2017, c’è stata una grande campagna su Tweet dove hanno partecipato Ray, Gal, Ben, Jason per chiedere di far uscire la Snyder Cut. Proprio lì sono stato chiamato dallo studio, che mi ha chiesto “cosa è questo?“, “cosa significa in realtà Release The Snyder Cut?” Lì ho capito che c’era una piccola possibilità di farcela.

La prima cosa che mi hanno detta è stata “possiamo farla uscire nella versione non definitiva [Senza CGI] su HBO Max” ed io ho detto No. […] Se avessimo fatto uscire la versione non completa, le persone avrebbero detto “guardate quanto strano, è terribile”. Quindi ho rifiutato.

Ho detto loro, “beh, posso almeno venire da voi per dirvi quale penso che sia la versione miglior del film?” Quindi sono andato nei loro uffici e gli ho proposto di completare il vero film, gli ho parlato di come la avrei commercializzata e di cosa avrebbe significato per tutti i fan. Solo allora hanno deciso di venire a casa ia per guardare il film – prima di allora nessuno lo aveva ai fatto. Dopo averlo visto hanno detto “ok, ora siamo più propensi a realizzarlo”

Fonte