Zack Snyder continua a stuzzicare sul suo montaggio originale di Justice League.

2 anni fa ha debuttato nelle sale americane Justice League che, come ben saprete, ha avuto una produzione a dir poco travagliata: dopo l’abbandono di Zack Snyder per una tragedia familiare, la Warner Bros. ha ingaggiato Joss Whedon ed ha rimaneggiato completamente la versione originale del regista in pochi mesi, senza rinviare il film e tagliando gran parte di esso.

Come previsto, la versione uscita al cinema non ha convinto critica e pubblico ed ha incassato “appena” 657.9 milioni di dollari. Man mano che sono emerse le notizie sulla versione originale prevista da Snyder, i fan hanno iniziato a chiedere a gran voce alla Warner Bros. di rilasciare la fantomatica Snyder Cut, una versione del film che secondo diversi addetti ai lavori esiste, ma non è completa dal punto di vista degli effetti visivi.

Intorno a questo montaggio alternativo si è creato un vero e proprio movimento social dal nome “Release the Snyder Cut“, che si è impegnato direttamente per la prevenzione dei suicidi, raccogliendo decine di migliaia di dollari da destinare in beneficenza alle varie associazioni e movimentando quasi un milione di persone su Twitter in un solo giorno, compresi diversi attori che hanno twittato l’hashtag #ReleaseTheSnyderCut.

Nonostante ciò, in un approfondimento sul futuro della DC al cinema, l’autorevole sito Variety ha ribadito che secondo le loro fonti, la Warner Bros non sta minimamente considerando l’idea di rilasciare una Snyder Cut. Questo ovviamente ha scoraggiato i fan, ma secondo Snyder non è ancora il caso di arrendersi.

In risposta ai report, il regista ha infatti pubblicato una foto che conferma l’edizione del suo montaggio (di 3 ore e mezza di girato), accompagnata dalla didascalia “E’ vera? Esiste? Certo che esiste” e spiegando che “è stanco delle persone che dicono che non esiste“.