Il team creativo di X-Men: The Animated Series ebbe un “grosso litigio” con la Marvel riguardante il primissimo episodio della serie.

Una delle serie animate più amate dai fan di lunga data della Casa delle Idee è senza dubbio X-Men: The Animated Series (trasmessa in Italia con il titolo Insuperabili X-Men). Lo show, composto da 76 episodi andati in onda dal 1992 al 1997, contribuì alla popolarità dei mutanti guidati dal Professor X prima ancora che la 20th Century Fox procedesse con lo sviluppo della saga cinematografica iniziata nel 2000 con il primo film di Bryan Singer.

Durante una recente intervista con Polygon, il creatore della serie Eric Lewald e la sceneggiatrice Julia Lewald hanno rivelato di aver avuto inizialmente un “grosso litigio” con la Marvel riguardante i villain che la squadra – non particolarmente nota al grande pubblico ai tempi – avrebbe dovuto affrontare nel primo episodio:

Non c’era stato nessun film Marvel all’epoca, e ci venne detto che l’80% o il 90% del nostro pubblico non sapeva chi fossero gli X-Men o cosa fosse un mutante perché solo un paio di milioni di persone conoscevano i fumetti. Avevamo bisogno di almeno otto o nove milioni di persone per rendere lo show un successo. Perciò l’obiettivo dell’episodio pilota, oltre a raccontare una bella storia, era introdurre questo strano nuovo mondo con una dozzina di personaggi. Erano tutti importanti. Bisognava conoscerli, e bisogna scendere a patti con quello che guardi. Quindi sì, è stata davvero dura.”

Stando a quanto spiegato nell’intervista, gli scrittori resistettero all’imposizione della casa editrice di includere Magneto e Apocalisse nel primo episodio poiché a James “Logan” Howlett/Wolverine non era permesso ferire esseri viventi in uno show animato del sabato mattina:

“Quando cercammo di fare questo episodio, [la Marvel] ci disse ‘Dovete rifarlo completamente. Dovete metterci Magneto e Apocalisse‘ e noi rispondemmo ‘No, è un prodotto d’animazione, e Wolverine è il nostro personaggio numero uno e abbiamo bisogno che sia in grado di affettare qualcosa‘. Non gli era permesso tagliare o ferire creature il sabato mattina. Ma non si può fare uno show animato sugli X-Men senza le Sentinelle. Loro sono la chiave. Ed erano anche un esempio migliore di soppressione umana e personificazione delle paure degli umani per i mutanti. Quindi funzionarono meglio dei villain umani o mutanti. Ma avemmo un grosso litigio con la Marvel al riguardo. Durò circa una settimana. Fortunatamente vincemmo.”

X-Men: The Animated Series

Il cast vocale di X-Men: The Animated Series includeva Norm Spencer (Scott Summers/Ciclope), Cathal J. Dodd (Logan/Wolverine), George Bouza (Hank McCoy/Bestia), Iona Morris e Alison Sealy-Smith (Ororo Munroe/Tempesta), Catherine Disher (Jean Grey), Lenore Zann (Rogue), Chris Potter e Tony Daniels (Gambit), Alyson Court (Jubilee), Cedric Smith (Charles Xavier/Professor X).

Fonte