Le prime bozze della sceneggiatura di X-Men di Bryan Singer includevano la presenza di Bestia, di Nightcrawler, di Gambit e della Stanza del Pericolo.

Lo scorso mese si è celebrato il 20º anniversario dell’uscita nelle sale americane del primo film degli X-Men diretto da Bryan Singer che, insieme alla trilogia di Spider-Man di Sam Raimi, ha contribuito al successo del genere dei cinecomics per come lo conosciamo oggi, gettando inevitabilmente le basi per la nascita dell’Universo Cinematografico Marvel nel 2008.

Durante una recente intervista con SyFy Wire, il produttore Ralph Winter ha svelato una serie di interessanti retroscena sulla lavorazione della pellicola, spiegando che nelle prime bozze della sceneggiatura era prevista la presenza di celebri membri del team – tra cui Bestia, Nightcrawler e Gambit – nonché della Stanza del Pericolo:

Ci fu un lungo processo di sviluppo prima che salissi a bordo del progetto. Io arrivai sei mesi dopo. Tutto stava ancora prendendo forma. Dovevamo eliminare qualcosa… la Stanza del Pericolo, altri personaggi, Gambit…”

All’inizio è difficile restringere il campo, perciò è necessario avere il numero giusto di personaggi per rendere il film interessante. Ma non devono essere troppi perché non c’è abbastanza tempo per introdurre ogni personaggio e spiegare i loro poteri e il loro viaggio nel primo capitolo… senza renderlo noioso. Eravamo già al limite con quelli che avevamo scelto di inserire.”

“Hanno fatto un ottimo nell’introdurre nuovi personaggi nei film successivi. Non avevamo pensato di realizzare altri film. Stavamo solo cercando di far uscire il primo e di renderlo un successo vendibile al pubblico.”

Mentre la Stanza del Pericolo è apparsa brevemente in X-Men – Conflitto Finale e nel finale di X-Men – Apocalypse, Gambit è stato interpretato da Taylor Kitsch solo nello spin-off X-Men le Origini: Wolverine del 2009. Le versioni adulte di Nightcrawler (Alan Cumming) e di Hank McCoy/Bestia (Kelsey Grammer), invece, sono state introdotte rispettivamente in X-Men 2 e in X-Men – Conflitto Finale.

X-Men

SINOSSI
In un mondo futuro i bambini nascono con un fattore speciale nei geni, il fattore X, che li rende mutanti e conferisce loro poteri speciali. Il senatore Robert Kelly semina intolleranza e pregiudizio nei confronti di questi esseri scontrandondosi con il Professore Charles Xavier che cerca di fermare l’odio nei loro confronti. Per opporsi a Magneto, un mutante a cui è stata uccisa per mano dei nazisti l’intera famiglia e che ora nutre un desiderio di vendetta nei confronti dell’umanità, Xavier crea un gruppo speciale di mutanti, gli X-Men.

Fonte