La produttrice Lauren Shuler ha raccontato il bizzarro incontro con Michael Jackson per il ruolo del Professor X nel primo X-Men.

In occasione della commemorazione del 20º anniversario del primo film della saga cinematografica degli X-Men, il The Hollywood Reporter ha pubblicato un’interessante retrospettiva sulla lavorazione della pellicola prodotta dalla 20th Century Fox. Dopo aver svelato inediti retroscena sul comportamento del regista Bryan Singer, la produttrice Lauren Shuler Donner ha raccontato un curioso aneddoto riguardante il celebre Michael Jackson.

Come ricordato spesso in altre interviste, prima che Patrick Stewart fosse ingaggiato ufficialmente per interpretare Charles Xavier/Professor X, il Re del Pop in persona si propose per il ruolo del fondatore degli X-Men nel film:

“Nella primavera del 1999, Bryan Singer, un gruppo di produttori e di addetti ai lavori di X-Men si stavano allenando fuori dai vecchi uffici della Fox vicino Olympic e Bundy quando Michael Jackson entrò dalla porta. Indossando occhiali da sole e rifiutando di stringere mani, Jackson stava visitando l’area industriale per incontrare Singer e discutere della possibilità di interpretare il Professor X nel film.”

“Gli dissi ‘Sai che Xavier è un uomo bianco anziano?‘, ricorda la produttrice di X-Men Lauren Shuler Donner. “E Michael rispose ‘Oh, sì. Sai, potrei essere truccato.'”

Malgrado l’enorme popolarità del cantante, tuttavia, la produzione preferì non assumere Jackson non solo per la scarsa somiglianza estetica con il personaggio ma anche per le molteplici accuse di abusi sui minori che finirono per distruggere la reputazione e la carriera dell’artista:

“Jackson ci fece vedere un’elaborata presentazione che includeva il cortometraggio Ghosts, in cui la pop star si trasformava in un sindaco sessantenne bianco che inveisce contro un artista ben intenzionato e che intrattiene i bambini con trucchi di magia. La 20th Century Fox, lo studio dietro il film, non prese mai seriamente in considerazione Jackson per la parte, che alla fine fu affidata a Patrick Stewart e che permise all’attore di essere conosciuto nei panni di un altro celebre personaggio oltre al Capitano Picard di Star Trek. Come ricorda uno dei produttori esecutivi, ‘Michael era già nel pieno delle sue accuse ai tempi di X-Men.'”

X-Men Michael Jackson

SINOSSI
In un mondo futuro i bambini nascono con un fattore speciale nei geni, il fattore X, che li rende mutanti e conferisce loro poteri speciali. Il senatore Robert Kelly semina intolleranza e pregiudizio nei confronti di questi esseri scontrandondosi con il Professore Charles Xavier che cerca di fermare l’odio nei loro confronti. Per opporsi a Magneto, un mutante a cui è stata uccisa per mano dei nazisti l’intera famiglia e che ora nutre un desiderio di vendetta nei confronti dell’umanità, Xavier crea un gruppo speciale di mutanti, gli X-Men.

Fonte