Jon Hamm è ancora aperto all’idea di interpretare Sinistro nel reboot degli X-Men ambientato nel Marvel Cinematic Universe.

Dopo essere stato rinviato numerose volte a causa dell’acquisizione della 20th Century Fox da parte della Walt Disney Company e della pandemia da COVID-19, nell’agosto 2020 è stato distribuito nelle sale cinematografiche The New Mutants, lo “sfortunato” spin-off con atmosfere horror della saga degli X-Men tratto dall’omonima serie a fumetti pubblicata dalla Casa delle Idee. Nonostante il profondo rispetto del materiale di partenza, la pellicola di Josh Boone ha incassato a malapena 45.9 milioni di dollari a livello globale, diventando il film sui mutanti prodotto dalla Fox con l’incasso più basso al box-office.

Non tutti ricorderanno che, dopo i primi rinvii del film, emersero online alcune voci secondo le quali inizialmente era prevista inizialmente l’apparizione di Jon Hamm (Mad Men) nel ruolo di Nathaniel Essex a.k.a. Mr. Sinister (o Sinistro) nel finale di The New Mutants. Lo stesso Hamm di recente ha confermato di non aver mai girato nessuna scena nei panni del personaggio pur avendo avuto delle “conversazioni” con la Fox per interpretare lo storico villain fumettistico degli X-Men.

Nel corso di un’intervista promozionale con ComicBookMovie.com riguardante Top Gun: Maverick, Jon Hamm ha parlato della possibilità di interpretare Sinistro nell’Universo Cinematografico Marvel considerando che i diritti dei mutanti sono tornati nelle mani dei Marvel Studios, ammettendo di essere aperto all’idea di unirsi al franchise e di portare finalmente in vita il personaggio:

“Quel franchise… È così strano parlarne in questo modo, ma ero un grandissimo fan dei fumetti quando ero ragazzo, soprattutto degli X-Men negli anni ’80. Ed esiste ancora oggi. Io resto un fan. È una storia molto interessante, per mancanza di una parola migliore. Penso che quello che [i Marvel Studios] siano stati in grado di fare, e quelli che penso siano i loro piani – e ho parlato con persone che pianificano questo tipo di cose – con il modo in cui stanno espandendo queste storie, e l’arguzia e la creatività con cui stanno presentando queste storie, ricordi molto il modo in cui erano presentati i vecchi fumetti. Qualcosa come il recente Spider-Man [No Way Home], che è stata un’iterazione molto interessante di quell’idea del Multiverso e di come tre Spider-Man possono esistere nello stesso momento, è davvero creativo. Il modo in cui sfruttano quella creatività è qualcosa di cui, di sicuro, sarei felice di far parte.”

Ricordiamo che The New Mutants (2020), scritto da Knate Lee e diretto da Josh Boone, comprende Anya Taylor-Joy (Illyana Rasputin/Magik), Maisie Williams (Rahne Sinclair/Wolfsbane), Charlie Heaton (Sam Guthrie/Cannonball), Henry Zaga (Roberto da Costa/Sunspot), Blu Hunt (Danielle Moonstar/Mirage), Alice Braga (Dr. Cecilia Reyes) e Happy Anderson (Reverendo Sinclair).

Jon Hamm Sinistro

SINOSSI
In questo terrificante film ricco d’azione basato sull’omonima serie a fumetti Marvel, cinque giovani ragazzi sono condotti in un istituto segreto per essere sottoposti a dei trattamenti che li curerà dai loro poteri pericolosi. Tra questi ci sono Danielle Moonstar a.k.a Mirage (Blu Hunt), che crea illusioni dalle paure delle altre persone, Rahne Sinclair (Maisie Williams), che si trasforma nel lupo mannaro Wolfsbane, Sam Guthrie (Charlie Heaton) che, come Cannonball, può volare a grandi velocità protetto da un campo di forza, Roberto da Costa a.k.a Sunspot (Henry Zaga), che assorbe e incanala il potere solare, e Illyana Rasputin a.k.a Magik (Anya Taylor-Joy). Magik, la sorellina di Colosso, può ricoprirsi di un’armatura incantata in base alla sua volontà e impugna la Spada dell’anima che amplifica le sue molteplici abilità psichiche e superumane. Invitati dalla Dr. Cecilia Reyes (Alice Braga) a condividere la storia di quando i loro poteri si sono manifestati per la prima volta, i cinque ‘pazienti’ capiranno di far parte di una categoria di persone chiamate mutanti, i quali sono stati storicamente marginalizzati e temuti. Mentre rivivono le loro origini, i loro ricordi diventeranno una spaventosa realtà. Presto, si chiederanno cosa è reale e cosa non lo è, e diventerà chiaro che l’istituto non è ciò che sembra. Ora la domanda è: perché sono tenuti prigionieri? E chi sta cercando di distruggerli? La tensione e l’horror aumentano in questo thriller diretto da Josh Boone e co-scritto da Knate Lee.

Fonte