X-Men: Fear the Beast, trapela online lo script dello spin-off su Bestia che la Fox stava sviluppando prima dell’acquisizione!

Nel giugno 2019 il compositore e montatore John Ottman, noto per aver lavorato alla colonna sonora di X-Men 2, X-Men: Giorni di un futuro passato e X-Men: Apocalypse, descrisse nel dettaglio all’Hollywood Reporter la sua proposta per uno spin-off dedicato al personaggio di Bestia (Nicholas Hoult) sviluppato insieme al suo assistente Byron Burton prima dell’acquisizione della 20th Century Fox da parte della Walt Disney Company. A distanza di anni, è trapelata online la sceneggiatura del progetto mai realizzato che potete leggere cliccando qui.

Il film, intitolato X-Men: Fear the Beast, avrebbe visto Hank McCoy negli anni ’80 (qualche anno dopo gli eventi di X-Men: Giorni di un futuro passato) nel tentativo di controllare i suoi istinti animaleschi e di aiutare un altro uomo affetto dallo stesso problema. Quest’ultimo, tuttavia, si sarebbe trasformato nel mostruoso Wendigo seminando il panico in in villaggio di Inuit. Per fermarlo, Hank avrebbe chiesto aiuto al Professor Xavier (James McAvoy) per localizzare Wolverine (Hugh Jackman) e affrontare insieme la minaccia nel classico stile dei team-up dei fumetti della Casa delle Idee.

Nel progetto avrebbe dovuto esordire Mr. Sinister, storico villain fumettistico degli X-Men. L’idea originale di Ottman era quella di avere Sinistro come villain di molti film sulla falsa riga di Thanos nel Marvel Cinematic Universe. Secondo quanto spiegato da Ottman, X-Men: Fear the Beast avrebbe preso ispirazione da “La Cosa di John Carpenter” a livello tonale e avrebbe avuto un budget di soli 90 milioni di dollari.

Nel report originale pubblicato dall’Hollywood Reporter, inoltre, venne svelato che Ottman e Burton incontrarono Simon Kinberg, regista di X-Men: Dark Phoenix e sceneggiatore dei precedenti capitoli della saga, per sottoporgli lo script dello spin-off e chiedergli il permesso di usare altri personaggi dell’Universo degli X-Men. Nonostante ciò, Kinberg avrebbe “gentilmente rifiutato” di leggere la sceneggiatura per non farsi influenzare nella scritture di Dark Phoenix e per non incasinare i suoi piani futuri per Wolverine.