Un nuovo report indica che la serie Marvel potrebbe adattare World War Hulk, celebre storia a fumetti.

Sono ufficialmente concluse le riprese di She-Hulk, la serie con protagonista Tatiana Maslany nei panni di Jennifer Walters, brillante avvocato specializzato in legge per supereroi con poteri simili a quelli del cugino Bruce Banner/Hulk (Mark Ruffalo).

Secondo un nuovo rumor riportato in nottata da Geeks World Wide che ha appena iniziato a circolare online, la serie di She-Hulkpotrebbe gettare le basi per un prossimo film che adatterà la celebre run a fumetti World War Hulk, con protagonista sempre Bruce Banner/Hulk interpretato da Mark Ruffalo.

La produzione del film potrebbe iniziare già nel 2022 e il film potrebbe essere il primo di una nuova lunga serie di film su Hulk.

Ovviamente non ci sono conferme effettive in merito – anche se il sito è molto affidabile, avendo anticipato con successo il casting di Alfred Molina come Doc Ock – ma questo basta per far sognare i fan, che chiedono da tempo di vedere nuovamente una versione brutale e scatenata di Hulk.

In poche ore, l’hashtag #WorldWarHulk è infatti entrato nei primi posti delle tendenze su Twitter per il settore dell’intrattenimento, con decine e decine di fan che hanno dimostrato tutto il loro entusiasmo nei confronti di questo rumor.

Sarà vero? Ovviamente NON ci sono conferme in merito, quindi vi invitiamo a prendere le dovute cautele.

Senza farvi troppi spoiler, nei fumetti, World War Hulk inizia subito dopo gli eventi di Planet Hulk (parzialmente adattato in Thor: Ragnarok) con il ritorno dei Gigante di Giada sulla Terra dopo l’esilio da parte degli Illuminati e la morte di alcune persone a lui care. Furioso come mai prima d’ora (e ricordate che, più è arrabbiato e più diventa grande ed inarrestabile), Hulk dichiara vendetta agli Illuminati, dando vita ad un evento a dir poco cataclismatico per il mondo intero.

Come spesso succede per l’MCU, eventualmente non aspettiamoci un adattamento eccessivamente fedele, dato che i Marvel Studios si prendono spesso e volentieri tante libertà creative.