Patty Jenkins discute dell’impatto che potrebbe avere il COVID sul mondo del cinema, garantendo che Wonder Woman 1984 non uscirà direttamente in streaming.

In America i cinema di città come New York, Los Angeles e San Francisco rimarranno chiusi fino a dicembre e a seguito degli incassi deludenti di Tenet, la Warner Bros. ha deciso di posticipare Wonder Woman 1984 di Patty Jenkins, che è passato da ottobre al 25 dicembre 2020 (in Italia invece arriverà il 14 gennaio del 2021).

In questi giorni Warner Bros. ha rinviato anche Dune di Denis Villeneuve da dicembre ad ottobre del 2021, facendo quindi slittare l’intera tabella di marcia della DC Comics. Considerando l’emergenza sanitaria, in molti ipotizzano l’ennesimo rinvio per Wonder Woman 1984 e c’è chi si chiede se approderà direttamente in streaming su HBO Max.

In risposta ad una discussione sulla potenziale uscita in digitale ed al cinema allo stesso tempo per il 25 dicembre, la regista ha spiegato che l’idea della Warner è sempre stata quella di farlo uscire nelle sale in modo da supportare gli esercenti.

Corretto. L’uscita direttamente in streaming non è mai stata discussa. Siamo fedeli al 100% all’esperienza cinematografica di #WW84 e supportiamo il nostro adorato business cinematografico.

Curiosamente, la Jenkins non ha smentito l’ipotesi dell’uscita in streaming nello stesso giorno di quella cinematografica. Potrebbe debuttare quindi anche su HBO Max con una sorta di abbonamento Premium? Solo speculazioni per ora.

In una recente intervista, la regista ha approfondito tutto ciò spiegando:

Se chiudiamo tutto, si tratterà di un processo irreversibile. Potremmo perdere gli spettatori delle sale cinematografiche per sempre.

Potrebbe essere un qualcosa di simile a ciò che è capitato all’industria discografica, l’intero settore potrebbe essere distrutto, diventando qualcosa che non genera più profitti. Non penso che qualcuno voglia vivere in un mondo dove l’unica opzione è portare i propri figli a vedere un film nel salone di casa e non avere un luogo dove andare per un appuntamento.

Inoltre recentemente Rolling Stone ha dedicato un approfondimento al film, con Gal Gadot protagonista di entrambe le cover:

Infine trovate la cover realizzata da Artgerm per Detective Comics #1032 in uscita a dicembre, che mostra Gal Gadot con la sua Golden Eagle Armor:

Un rapido salto negli anni ’80 nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, dove dovrà affrontare due nemici completamente nuovi: Max Lord e The Cheetah. Con il ritorno di Patty Jenkins alla regia e di Gal Gadot nel ruolo principale, “Wonder Woman 1984” è il seguito della Warner Bros. Pictures del primo film campione d’incassi sulla supereroina DC, “Wonder Woman” del 2017, che ha incassato 822 milioni di dollari a livello mondiale.
Nel film recitano anche Chris Pine nel ruolo di Steve Trevor, Kristen Wiig nel ruolo di The Cheetah, Pedro Pascal in quello di Max Lord, Robin Wright nei panni di Antiope e Connie Nielsen nei panni di Hippolyta. Charles Roven, Deborah Snyder, Zack Snyder, Patty Jenkins, Gal Gadot e Stephen Jones sono i produttori del film. Rebecca Steel Roven Oakley, Richard Suckle, Marianne Jenkins, Geoff Johns, Walter Hamada, Chantal Nong Vo e Wesley Coller sono i produttori esecutivi.