Il regista James Mangold è favorevole al potenziale ritorno di Hugh Jackman nei panni di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe.

Dopo aver parlato della decisione di far morire il mutante artigliato in Logan, il regista James Mangold si è dichiarato favorevole ad un potenziale ritorno di Hugh Jackman nei panni di Wolverine nel Marvel Cinematic Universe, a condizione che i Marvel Studios abbiano la giusta idea per riportare in vita il personaggio.

Durante il #QuarantineWatchParty di Logan (candidato agli Oscar per la Miglior sceneggiatura non originale) organizzato da ComicBook.com, infatti, Mangold è stato interrogato sul futuro del personaggio in seguito all’acquisizione della Fox da parte della Disney:

Sarei sorpreso se Hugh [Jackman] tornasse nel ruolo. Sul web si tende a commercializzare sui rumor. Perciò nei titoli degli articoli leggeremmo cose come ‘Downey è tornato’ o ‘Jackman è tornato’, il che porterebbe le persone a discuterne. Quello che sarei curioso di sapere se una di queste cose si rivelasse vera è: cosa farerebbero? Voglio dire, non avrei alcun rimorso se qualcuno avesse una buona idea. Ma se la motivazione dovesse essere ‘Ho esaurito i soldi e ho bisogno di un grosso assegno, perciò sto realizzando un film vuoto che umilia la qualità dei precedenti’, beh, sarebbe molto triste.”

Come spiegato dal regista di Le Mans ’66 – La grande sfida, solo una buona sceneggiatura potrebbe giustificare il ritorno di Hugh Jackman senza vanificare la conclusione dell’arco narrativo di Wolverine:

“La verità è che se hai una bella idea tra le mani per un personaggio allora non c’è nulla di sbagliato. Non faccio io le regole. Per me l’importante è che venga fatto qualcosa di creativo e che non sia semplicemente un modo per riportare sullo schermo queste proprietà solo fare soldi. Mi sembrerebbe solo un modo per saziare la fame delle persone nel vedere di più, quando è proprio la fame a vedere di più ciò che un film dovrebbe lasciarti. […] Ma se continuo a riempire il tuo piatto, anche se il cibo è saporito, ad un certo punto rischierai di diventare come quel ragazzo al ristorante nel film dei Monty Python. C’è un limite.”

Wolverine

SINOSSI
In un futuro prossimo, uno stanco Logan si trova a curare un malato Professor X, in un nascondiglio sul confine messicano. Ma i tentativi di Logan di sottrarsi alla vista del mondo terminano quando arriva una giovane mutante, inseguita da forze oscure.

Fonte