Ashley C. Bradley, capo sceneggiatrice della serie, prova a spiegare perchè l’ottavo episodio di ‘What If…?’ non è in contrasto con la serie ‘Loki’.

I primi otto episodi di What If…?, la prima serie d’animazione prodotta dai Marvel Studios che esplora scenari del tutto inediti e alternativi agli eventi dei vari film, sono finalmente in streaming su Disney+. Lo show, ispirato all’omonima serie a fumetti pubblicata dalla Casa delle Idee e composto da 9 episodi, vede il ritorno di buona parte degli attori dell’Universo Cinematografico Marvel in qualità di doppiatori.

Nell’ottavo episodio, Visione-Ultron entra in possesso di tutte le Gemme dell’Infinito e, dopo aver distrutto quasi ogni di vita nell’universo, prende coscienza dell’esistenza del Multiverso. Dopo essere entrato nella dimensione dell’Osservatore(Jeffrey Wright), il robot, forte delle Gemme in suo possesso, ingaggia con Uatu un’aspra e spettacolare lotta che porta i due ad attraversare molteplici universi che vengono, uno dopo l’altro, distrutti dal villain.

Diversi fan, tuttavia, hanno visto queste scene in contrasto con quanto visto nella prima puntata della serie Loki: la TVA è un luogo al di fuori del tempo creato da Colui Che Rimane (Jonathan Majors) e lì le Gemme dell’Infinito non hanno alcun potere e, anzi, gli impiegati le usano come fermacarte. Pertanto, allo stesso modo, i fan si aspettavano che anche nella dimensione fra gli universi dove sta l’Osservatore le Gemme non avessero alcun potere.

Ashley C. Bradley, capo sceneggiatrice della serie, ha provato a dare una risposta sulla questione in un post su Twitter:

Ricordo solo che Ultron usa le Gemme dell’Infinito per potenziare sè stesso (creatura dello stesso universo). Inoltre, è legittimo che attraversi a pugni il multiverso trasformandolo in una sorta di zuppa di multiverso.

Dalla risposta della Bradley sembrerebbe quindi che la Gemme continuino a funzionare fintanto che l’utilizzatore provenga dal loro stesso universo; la cosa non va in contrasto con Loki dove non abbiamo visto il protagonista interagire con il Tesseract del suo universo una volta giunto alla TVA. Inoltre, non va dimenticato che la TVA è una creazione di Colui Che Rimane e che quindi le regole in essa vigenti sono anche determinate da lui e dal fatto che si trovi fuori dallo spazio e dal tempo.

Persino una Gemma dell’Infinito è inutile qui.

Infine, è solo nei fumetti che le Gemme agiscono esclusivamente nell’universo da cui provengono, mentre nel MCU questa regola non è mai stata affermata.

Tuttavia, questo non è il primo problema di continuity della serie What If…?; come ammesso dalla stessa Bradley in una precedenza intervista, i differenti tempi di produzione fra la serie e gli altri progetti dell’MCU, in particolare la serie Loki, hanno permesso una ridotta comunicazione e quindi diverse incoerenze.

Ricordiamo che What If…?, scritta da A.C. Bradley e diretta da Bryan Andrews, include nel cast vocale Jeffrey Wright (Uatu l’Osservatore), Benedict Cumberbatch(Stephen Strange/Doctor Strange), Mark Ruffalo (Bruce Banner/Hulk), Sebastian Stan (Bucky Barnes), Tom Hiddleston (Loki), Natalie Portman (Jane Foster), Josh Brolin (Thanos), Michael B. Jordan (Erik Killmonger), Dominic Cooper (Howard Stark), Samuel L. Jackson (Nick Fury), Chris Hemsworth (Thor), Hayley Atwell(Peggy Carter/Captain Carter), Chadwick Boseman (T’Challa), Karen Gillan (Nebula), Jeremy Renner (Clint Barton/Hawkeye), Paul Rudd (Scott Lang/Ant-Man), Michael Douglas (Hank Pym), Jeff Goldblum (Gran Maestro), Michael Rooker (Yondu Udonta), Toby Jones (Arnim Zola), Stanley Tucci (Abraham Erskine), Jon Favreau(Happy Hogan) e Kat Dennings (Darcy Lewis).

SINOSSI
What If…? capovolge la sceneggiatura dell’Universo Cinematografico Marvel, rielaborando in modi inaspettati eventi celebri dei film. In arrivo su Disney+ nell’estate del 2021, la prima serie animata Marvel Studios si concentra su diversi eroi dell’MCU, con un cast di voci che include una serie di star che riprendono i loro ruoli. La serie è diretta da Bryan Andrews, mentre Ashley Bradley è il capo sceneggiatore.