Werewolf by Night, Michael Giacchino rompe il silenzio sul cameo scartato di Blade (Mahershala Ali) nello speciale di Halloween.

Il 7 ottobre arriverà su Disney+ lo speciale di Halloween dei Marvel Studios dedicato a Werewolf by Night, il personaggio di Jack Russell alias Licantropus (Gael García Bernal), che includerà anche la cacciatrice di mostri Elsa Bloodstone (Laura Donnelly). Lo speciale, co-diretto dal celebre compositore Michael Giacchino, sarà in bianco e nero e omaggerà i film horror classici degli anni ’30 e ’40.

Qualche settimana fa, durante l’ultima puntata del podcast The Weekly Planet, il presentatore James Clement, insider ed ex-editor di ComicBookMovie.com ha svelato che il Blade di Mahershala Ali doveva apparire inizialmente nello speciale su Werewolf by Night ma, a quanto pare, il cameo del cacciatore di vampiri sarebbe stato tagliato a causa di altri impegni presi dall’attore, che di conseguenza non ha potuto girare la sua apparizione.

Nel corso di un’intervista promozionale con One Take News, Michael Giacchino ha finalmente rotto il silenzio sul mancato cameo di Blade in Werewolf by Night. Quando gli è stato chiesto di commentare i rumor, il regista ha fornito una risposta alquanto vaga, riflettendo sulla natura stand-alone del progetto:

BSL: “C’erano dei rumor sul fatto che Mahershala Ali dovesse apparire in Werewolf by Night come Blade ma è stato tagliato a causa di conflitti di programmazione. Puoi dire qualcosa al riguardo?”

Giacchino: “Sai cosa? Direi che i rumor sono incredibilmente inesatti… il 99% delle volte. Quando si parla del Marvel Cinematic Universe, tutti pensano che ogni singolo progetto sia collegato all’altro. OGNI singolo progetto. E ciò non significa che non siamo collegati a niente. Ma non sentivo la necessità di dire apertamente che lo fossimo. Sai, ogni altra serie [dell’MCU] ha fatto questo in modo brillante ed ho pensato ‘Sai cosa? Quando ero un ragazzino, prendevo dallo scaffale un fumetto di Werewolf by Night che non aveva nulla a che fare con l’Universo Marvel.’ Cosa c’è di sbagliato in questo? Va benissimo! Possono vivere tutti insieme nello stesso universo ma non dobbiamo mostrarli sempre insieme. Ci siamo presi il nostro momento.”