Secondo un recente rumor, la Warner Bros. ha già un piano B nell’improbabile caso in cui le trattative con Michael Keaton non vadano a buon fine: Christian Bale.

Dopo quasi 30 anni, Michael Keaton potrebbe tornare nuovamente ad interpretare Batman insieme al Flash di Ezra Miller nel suo film standalone, in uscita a giugno 2022 per la regia di Andy Muschietti.

Al momento l’attore e la Warner Bros. si trovano ancora in una prima fase delle trattative, ma la major è fortemente intenzionata a chiudere l’accordo. Inoltre secondo i vari siti del settore, se l’accordo verrà finalizzato l’attore tornerà ad interpretare il Cavaliere Oscuro anche per potenziali film futuri, con un ruolo “da mentore” paragonato a quello di Nick Fury nel MCU.

Nell’improbabile caso in cui le trattative non vadano a buon fine, l’insider Jeremy Conrad sostiene che la Warner Bros. abbia già un piano di riserva diverso dal ritorno di Ben Affleck, che ormai sembra essersi messo il ruolo di Batman alle spalle dato che è stato un periodo molto difficile della sua vita.

L’insider spiega infatti che la Warner sembra essere intenzionata a contattare Christian Bale (che ha interpretato il Cavaliere Oscuro nella trilogia di Christopher Nolan) per affidargli lo stesso ruolo, ovvero quello di un Batman anziano di un altro universo che farà da mentore nel DCEU dopo il soft-reboot di Flashpoint.

La domanda è una: in tal caso Bale accetterà di tornare anche senza il coinvolgimento diretto di Nolan? Naturalmente non ci sono conferme ufficiali in merito, pertanto vi invitiamo a prendere le dovute cautele ed a trattare la notizia principalmente come un rumor.

Fonte