In questo speciale abbiamo analizzato tutti gli easter egg, i riferimenti e le curiosità presenti nell’ottavo episodio di WandaVision.

ATTENZIONE: SPOILER SULL’OTTAVO EPISODIO DI WANDAVISION


Questa mattina è stato rilasciato sulla piattaforma di streaming Disney+ l’ottavo episodio di WandaVision, la prima serie prodotta dai Marvel Studios dedicata a Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany). In questo speciale abbiamo analizzato gli easter egg, i riferimenti e le curiosità presenti nella puntata di oggi – intitolata “Negli episodi precedenti” – che potrebbero esservi sfuggiti.

IL LOGO DEI MARVEL STUDIOS

La puntata, come sempre, si apre con il logo e la fanfara dei Marvel Studios. La particolarità della versione dell’introduzione che vediamo nell’ottavo episodio è rappresentata dal colore viola, simboleggiante la magia nera praticata da Agatha Harkness (Kathryn Hahn).

WandaVision

LE STREGHE DI SALEM

Salem, Massachusetts. 1693. La sequenza iniziale della puntata è probabilmente una delle più inquietanti mai viste in una produzione dei Marvel Studios: Agatha Harkness viene processata da una congrega di streghe nel 17º secolo per aver manipolato a proprio piacimento la magia oscura.

Una curiosità: grazie a questo flashback possiamo intuire che Agatha Harkness ha più di 350 anni nel Marvel Cinematic Universe e che ha strappato la spilla di cammeo dal cadavere di sua madre, Evanora Harkness (Kate Forbes).

“FIETRO”

Dopo diverse settimane di teorie sul Multiverso, ormai è chiaro che il Quicksilver di WandaVision non sia quello interpretato da Evan Peters nei film degli X-Men prodotti dalla 20th Century Fox. Agatha Harkness, infatti, confessa a Wanda di aver esercitato un “sortilegio di possesso” su qualcuno non potendo resuscitare il Pietro Maximoff originale (Aaron Taylor-Johnson), il cui corpo è in un altro continente e “pieno di buchi“.

LE SITCOM

Nell’episodio di oggi scopriamo che Wanda, Pietro e i loro genitori, Iryna e Oleg Maximoff, vedevano spesso le sitcom americane – tra cui il The Dick Van Dyke Show, I love Lucy (Lucy ed io), Bewitched (Vita da strega), Dream of Jeannie (Strega per amore), Who’s the Boss (Casalingo Superpiù), La famiglia Addams e Malcolm in the Middle – per imparare la lingua inglese. Queste sitcom hanno rappresentato le principali fonti di ispirazione non solo per Wanda nella creazione della sua realtà perfetta a Westview ma anche per i Marvel Studios nella lavorazione di WandaVision.

WandaVision

LE ORIGINI DI WANDA

Il primo tassello del passato della protagonista su cui l’episodio getta finalmente una luce è l’infanzia di Wanda trascorsa in Sokovia e l’omicidio dei suoi genitori, morti a causa di una granata esplosa nel loro appartamento. I fan più attenti avranno notato che la luce rossa lampeggiante e l’allarme sonoro del missile delle Stark Industries sono identici a quelli del Toast Mate 2000 dello spot pubblicitario del primo episodio. Secondo Agatha, peraltro, il fatto che i gemelli Maximoff non siano morti potrebbe essere legato proprio ai poteri di Wanda che hanno “disattivato” l’ordigno.

WandaVision

Curiosamente, inoltre, i coniugi Maximoff non sono interpretati dagli attori che abbiamo visto negli spot pubblicitari della serie – ossia Victoria Blade e Ithamar Enriquez – bensì da Ilana Kohanchi e Daniyar Aynitdinov, smentendo così una delle fan-theory più gettonate.

LO SCETTRO DI LOKI

Sei entrata in contatto con una Gemma dell’Infinito che ha amplificato ciò che altrimenti non sarebbe mai nato.

Per la prima volta nell’Universo Cinematografico Marvel abbiamo la possibilità di scoprire in che modo gli esperimenti dell’HYDRA e del Barone Von Strucker sullo Scettro di Loki hanno sbloccato le abilità di Wanda. Nella scena scopriamo che ai tempi di Captain America: The Winter Soldier, Wanda entrò in contatto con la Gemma della Mente contenuta all’interno dello Scettro e vide una misteriosa figura femminile con l’iconico costume fumettistico di Scarlet Witch. A questo punto dobbiamo chiederci: era una versione futura della stessa Wanda? O magari si trattava di una sua antenata che in precedenza aveva assunto il titolo di Scarlet Witch?

WandaVision

UN ERRORE NEL DOPPIAGGIO

Il doppiaggio italiano dell’episodio presenta un “piccolo” errore che potrebbe confondere i fan del MCU: nella scena ambientata tra gli eventi di Avengers: Age of Ultron e quelli di Captain America: Civil War, Wanda spiega ad Agatha che la prima casa che ha condiviso con Visione dopo la morte di Pietro è stata la Torre degli Avengers. In originale, invece, Wanda afferma “Avengers Compound“, ossia la struttura che vediamo nel finale di Avengers: Age of Ultron e in Ant-Man e che è stata utilizzata dai Vendicatori come nuova base a partire dal 2015.

LA BASE DELLO S.W.O.R.D.

Come avevamo ipotizzato qualche settimana fa durante una delle nostre live-commentary, il filmato che Tyler Hayward (Josh Stamberg) mostra ai suoi agenti nel quinto episodio è stato alterato e modificato per gettare cattiva luce sulle intenzioni di Wanda. La realtà dei fatti, invece, è ben diversa: dopo gli eventi di Avengers: Endgame, Wanda si è recata presso il quartier generale dello S.W.O.R.D. per vedere i resti Visione ma, non percependo più la sua anima in seguito alla morte del sintezoide per mano di Thanos, ha deciso di lasciare la base lasciando il corpo del suo amato nelle mani dell’organizzazione.

WandaVision

EXCELSIOR

Anche l’ottavo episodio di WandaVision contiene un easter egg dedicato al leggendario Stan Lee: sulla targa dell’auto di Wanda, infatti, è possibile leggere la scritta “Excelsior“, un’espressione derivante dalla parola latina excellere che significa “verso e oltre una gloria più grande“. Il fumettista utizzava spesso questa massima per concludere i suoi interventi sulla rubrica Marvel Bullpen Bulletins.

WESTVIEW

Un altro dei misteri principali della serie è stato finalmente svelato: intorno al 2018, prima della morte del sintezoide in Avengers: Infinity War, Wanda e Visione avevano programmato di trasferirsi e di vivere insieme nella città di Westview, nel New Jersey. Recatasi sul posto nel 2023, Wanda, sopraffatta dal dolore, utilizzò i suoi poteri per avvolgere la città attorno ad un campo energetico dalla forma esagonale e creare una nuova versione di Visione priva di ricordi.

WandaVision

WandaVision

LA MAGIA DEL CAOS

Un’altra abilità che la versione cinematografica di Wanda Maximoff condivide con la sua controparte fumettistica è la Magia del Caos, un potere che le permette di manipolare e alterare il tessuto stesso della realtà. In virtù di questo dono, stando alle parole di Agatha, Wanda può essere considerata a tutti gli effetti una Scarlet Witch.

IL COSTUME DI AGATHA

Nella sequenza in cui Agatha Harkness tiene in ostaggio Billy e Tommy possiamo notare che il suo costume è molto simile a quello della controparte fumettistica del personaggio. Non è chiaro al momento, tuttavia, se Agatha sia riuscita a nascondere il suo vero aspetto per tutto questo tempo tramite qualche incantesimo o se abbia la capacità di non invecchiare come gli esseri umani.

LA VISIONE BIANCA

Nella scena dopo i titoli di coda Tyler Hayward attiva una versione bianca di Visione utilizzando la magia residua sul vecchio drone delle Stark Industries inviato da Monica Rambeau all’interno dell’Esa nel quinto episodio. Per chi non lo sapesse, nella run a fumetti di John Byrne sui Vendicatori della Costa Ovest il corpo di Visione venne smantellato e rianimato sotto forma di un umano sintetico privo di colore ed emozioni che considerava la vita umana irrilevante. Ora la domanda è: se lo S.W.O.R.D. ha avuto segretamente il corpo dell’eroe per tutto questo tempo, per quale motivo Hayward è sulle tracce del “nuovo” Visione?

La serie, creata da Jac Schaeffer (sceneggiatrice di Captain Marvel e di Black Widow) a partire da un’idea del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, vede nel cast Elizabeth Olsen e Paul Bettany nei panni di Wanda Maximoff/Scarlet Witch e di Visione, Kat Dennings (Darcy Lewis in Thor e Thor: The Dark World), Randall Park (l’Agente dell’FBI Jimmy Woo in Ant-Man and The Wasp), Teyonah Parris (la versione adulta di Monica Rambeau), Kathryn Hahn (la misteriosa vicina Agnes) e Josh Stamberg (il direttore dello S.W.O.R.D. Tyler Hayward).

SINOSSI
WandaVision, in arrivo su Disney+ il 15 gennaio 2021, è la prima serie Marvel Studios che continua a espandere l’Universo Cinematografico Marvel. Wanda Maximoff e Visione sono due individui dotati di super poteri che conducono vite di periferia idealizzate, ma iniziano a sospettare che ogni cosa non sia come sembra.