Il direttore della fotografia Jess Hall ha parlato delle principali fonti di ispirazione di WandaVision e della continuità visiva con l’MCU.

Lo scorso 15 gennaio sono stati rilasciati sulla piattaforma di streaming Disney+ i primi episodi di WandaVision, la prima serie prodotta dai Marvel Studios incentrata su Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany) che ha inaugurato la Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel. Lo show, a metà tra le sitcom americane e un film del MCU, getterà le basi per un arco narrativo che dovrebbe proseguire in Spider-Man: No Way Home di Jon Watts e confluire in Doctor Strange In The Multiverse of Madness di Sam Raimi.

Nel corso di un’intervista con Variety, il direttore della fotografia di WandaVision Jess Hall ha parlato dell’influenza dei film della Saga dell’Infinito sulla serie, spiegando di aver cercato di mantenere un senso di continuità visiva con le precedenti apparizioni dei personaggi nel MCU:

Ho riguardato quelli che pensavo fossero i film Marvel più importanti in relazione al nostro show. Lo studio non mi ha mai detto niente al riguardo. Penso che si siano fidati del fatto che avrei rispettato il lignaggio del loro lavoro. Di certo ero consapevole del bisogno di continuità nei personaggi. Per esempio, Visione doveva assomigliare a Visione, e la magia di Wanda doveva avere un certo colore. Avere questa enorme eredità di materiale da cui attingere era una risorsa. Abbiamo costruito una tensione drammatica che ha coinvolto questi personaggi che le persone hanno visto nei film.”

Discutendo degli elementi di continuità estetica, Hall ha sottolineato che Avengers: Age of Ultron (2015) e Avengers: Endgame (2019) hanno rappresentato le principali fonti di ispirazione per WandaVision:

“Le scene tra Paul [Bettany] e Elizabeth [Olsen] in Endgame e in Age of Ultron mi hanno commosso. Questo è in parte ciò che mi spinto a lavorare a questo progetto, perché alcune delle loro scene sono tra le più emozionanti che abbia visto nel MCU. Ma sapevo anche che sarebbe stato importante per il pubblico sapere dove si trovassero e che non sarebbe stato solo un altro elemento stilistico confusionario.”

“Una delle cose che ho fatto è stata utilizzare le lenti Ultra Panavision che sono state costruite per Infinity War ed Endgame, così come le lenti anamorfiche 1.3x. In un certo senso ho provato a codificare il lavoro della Marvel con un look con cui i fan avrebbero avuto un po’ di familiarità, forse non consapevolmente, ma da qualche parte nel subconscio. Era molto importante per me, soprattutto con uno show così complicato, che ci fossero alcuni elementi di continuità.”

La serie, creata da Jac Schaeffer (sceneggiatrice di Captain Marvel e di Black Widow) a partire da un’idea del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, vede nel cast Elizabeth Olsen e Paul Bettany nei panni di Wanda Maximoff/Scarlet Witch e di Visione, Kat Dennings (Darcy Lewis in Thor e Thor: The Dark World), Randall Park (l’Agente dell’FBI Jimmy Woo in Ant-Man and The Wasp), Teyonah Parris (la versione adulta di Monica Rambeau), Kathryn Hahn (la misteriosa vicina Agnes) e Josh Stamberg (il direttore dello S.W.O.R.D. Tyler Hayward).

WandaVision

SINOSSI
WandaVision, in arrivo su Disney+ il 15 gennaio 2021, è la prima serie Marvel Studios che continua a espandere l’Universo Cinematografico Marvel. Wanda Maximoff e Visione sono due individui dotati di super poteri che conducono vite di periferia idealizzate, ma iniziano a sospettare che ogni cosa non sia come sembra.

Fonte