In questo speciale abbiamo elencato gli easter egg, i riferimenti e le curiosità presenti nel sesto episodio di WandaVision.

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SUL SESTO EPISODIO DI WANDAVISION


Questo venerdì è stato rilasciato sulla piattaforma di streaming Disney+ il sesto episodio di WandaVision, la prima serie prodotta dai Marvel Studios dedicata a Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany) che ha inaugurato ufficialmente la Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel. In questo speciale analizzeremo gli easter egg, i riferimenti e le curiosità presenti nella puntata di oggi – intitolata “Nuovissimo Halloween spaventacolare!” –  che potrebbero esservi sfuggiti.

LA SIGLA

La sigla d’apertura del sesto episodio è un chiaro omaggio a quella di Malcolm in the Middle (nota in Italia con il titolo Malcolm), sitcom andata in onda dal 2000 al 2006. La particolarità di questa celebre sitcom americana è rappresentata dall’esperiente narrativo della rottura della quarta parete, elemento ricorrente anche in questa puntata di WandaVision.

WandaVision

I COSTUMI DI BILLY E TOMMY

Uno degli easter egg presenti in questo episodio più apprezzati dai fan dei fumetti Marvel è senza dubbio l’omaggio ai costumi di Billy Kaplan a.k.a. Wiccan e di Tommy Kaplan a.k.a. Speed.

WandaVision

DANCE DANCE REVOLUTION

Billy e Tommy possiedono una copia di Dance Dance Revolution, il popolare videogioco musicale di genere exergaming prodotto da Konami. Anche se non è chiaro quale sia la versione specifica di questo gioco, il primo DDR rilasciato nel 2001 in Nord America fu Dance Dance Revolution Disney Mix per la PlayStation.

WandaVision

LA VEDOVA NERA E NICK FURY

Nella scena in cui vediamo i piccoli Wanda e Pietro Maximoff che chiedono dolcetto o scherzetto possiamo notare che i loro costumi di Halloween ricordano vagamente il look di Natasha Romanoff a.k.a. Vedova Nera (Scarlett Johansson) in Avengers: Endgame e di Nick Fury (Samuel L. Jackson).

WandaVision

I COSTUMI FUMETTISTICI

Anche i costumi di Wanda Maximoff e Visione sono ispirati palesemente al look classico delle loro controparti fumettistiche. L’omaggio più gradito, tuttavia, rimane quello al costume azzurro e alla capigliatura di Pietro Maximoff/Quicksilver.

WandaVision

I FIGLI DEL DIAVOLO

Scatenate l’inferno, diavoletti!

Un easter egg decisamente difficile da cogliere a causa del doppiaggio italiano è l’espressione con cui Pietro Maximoff descrive i piccoli Billy e Tommy: “demon spawn“, ossia la progenie del Diavolo. È un riferimento piuttosto diretto al fatto che nei fumetti Billy e Tommy sono stati creati da Scarlet Witch utizzando i frammenti dell’anima di Mephisto.

KICK-ASS

Poco prima dell’incontro con Herb, Wanda esclama “Kick-ass“. Si tratta di un riferimento a Kick-Ass, film del 2010 diretto da Matthew Vaughn (X-Men: L’inizio) che, come sappiamo, vedeva la partecipazione sia di Aaron Taylor-Johnson (il Quicksilver di Avengers: Age of Ultron) che di Evan Peters (quello dei film degli X-Men prodotti dalla 20th Century Fox).

WandaVision

WandaVision

SHANGRI-LA

Se trovassi lo Shangri-La vorrei dimenticare il passato.

Nel corso del dialogo con Wanda, Quicksilver menziona lo Shangri-La, un luogo immaginario ideato dallo scrittore britannico James Hilton per il romanzo Orizzonte perduto del 1933. Nei fumetti Marvel questa location fittizia è stata introdotta sulle pagine di Marvel Mystery Comics #45 (1943) ed è stata fondata da Aarkus a.k.a. Visione, un ufficiale di polizia alieno proveniente dalla dimensione Mondofumo nonché membro degli Invasori durante la Seconda Guerra mondiale.

WandaVision

YO-MAGIC

Il disturbante intermezzo pubblicitario di questa settimana è dedicato allo yogurt alla fragola Yo-Magic ma si differenzia dai precedenti spot per l’assenza della coppia interpretata da Victoria Blade e Ithamar Enriquez e, in particolare, per lo stile d’animazione. Mentre le altre pubblicità facevano riferimento al passato traumatico di Wanda Maximoff nel MCU, lo spot del sesto episodio potrebbe rappresentare un modo per ricordare allo spettatore che la magia ha sempre un prezzo e può essere potenzialmente fatale. Secondo altri, invece, la pubblicità potrebbe richiamare il patto col Diavolo (in questo caso Mephisto).

IL CINEMA DI WESTVIEW

Immediatamente dopo lo spot pubblicitario, è possibile notare che il cinema di Westview sta proiettando il film Pixar Gli Incredibili (2004) e Genitori in trappola (1998). Mentre il primo richiama il fatto che i Maximoff sono un’incredibile famiglia di supereroi, il secondo è un chiaro riferimento alla reunion tra due gemelli proprio come nel film diretto da Dennis Quaid.

WandaVision

WandaVision

LA SUPERVELOCITÀ DI TOMMY

Nell’episodio scopriamo che Tommy, a quanto pare, ha ereditato la supervelocità di suo Zio Pietro come nell’Universo Marvel fumettistico. Non è chiaro al momento se Tommy sia in grado di conservare le proprie abilità al di fuori dell’Esa tantomeno di sopravvivere essendo stato concepito all’interno dell’Anomalia Maximoff.

AGNES

Come anticipato dal primo trailer ufficiale di WandaVision, il costume di Halloween di Agnes (Kathryn Hahn) ricorda quello di una strega, il che sembra suggerire ancora una volta che il personaggio sia una reinterpretazione di Agatha Harkness, una potentissima maga che aiutato Wanda a padroneggiare i suoi poteri nei fumetti nonché tata di Franklin Richards (figlio di Reed Richards/Mr. Fantastic e Sue Storm/Donna Invisibile).

WandaVision

HAYWARD CERCA VISIONE

La rivelazione più importante del sesto episodio riguarda sicuramente le vere intenzioni del direttore dello S.W.O.R.D. Tyler Hayward (Josh Stamberg). Dopo i primi indizi seminati nel quinto episodio, oggi abbiamo scoperto che Hayward è effettivamente sulle tracce di Visione, il cui corpo in vibranio sintetico era stato smantellato dall’organizzazione per ignoti motivi prima di essere “rubato” da Wanda.

WandaVision

MONICA STA CAMBIANDO

Stando a quanto spiegato da Darcy Lewis (Kat Dennings), l’energia dell’Esa sta riscrivendo le cellule di Monica Rambeau (Teyonah Parris) a livello molecolare. È altamente probabile, a questo punto, che nei prossimi episodi dello show il personaggio manifesterà i superpoteri della sua versione fumettistica adottando magari l’identità di Photon o di Spectrum.

WandaVision

MARVEL ZOMBIES

Dopo l’inquietante versione di Visione nel quarto episodio, questa volta è stato il turno di Pietro Maximoff, di cui possiamo vedere brevemente il corpo senza vita e con il petto pieno di fori di proiettile (chiaro riferimento al finale di Avengers: Age of Ultron).

WandaVision

JANELL M. SAMMELMAN

Nel momento in cui la protagonista colpisce suo fratello scaraventandolo contro delle lapidi finte possiamo leggere su una tomba il nome J. M. Sammelman, ossia la regista di seconda unità di produzione di WandaVision nonché di Fantastic 4 – I Fantastici Quattro (2015) di Josh Trank e di Doctor Sleep (2019).

I POTERI MAGICI DI BILLY

Proprio come Tommy, anche Billy manifesta per la prima volta i suoi superpoteri in questo sesto episodio. Malgrado le sue abilità non siano state spiegate nel dettaglio, pare che Billy abbia ereditato gli stessi poteri di Wanda come nei fumetti della Casa delle Idee, tra cui la capacità di connettersi telepaticamente con altri individui e di utilizzare la magia.

WandaVision

La serie, creata da Jac Schaeffer (sceneggiatrice di Captain Marvel e di Black Widow) a partire da un’idea del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, vedrà nel cast Elizabeth Olsen e Paul Bettany nei panni di Wanda Maximoff/Scarlet Witch e di Visione, Kat Dennings (Darcy Lewis in Thor e Thor: The Dark World), Randall Park (l’Agente dell’FBI Jimmy Woo in Ant-Man and The Wasp), Teyonah Parris (la versione adulta di Monica Rambeau), Kathryn Hahn (la misteriosa vicina Agnes) e Josh Stamberg (il direttore dello S.W.O.R.D. Tyler Hayward).

WandaVision

SINOSSI
WandaVision, in arrivo su Disney+ il 15 gennaio 2021, è la prima serie Marvel Studios che continua a espandere l’Universo Cinematografico Marvel. Wanda Maximoff e Visione sono due individui dotati di super poteri che conducono vite di periferia idealizzate, ma iniziano a sospettare che ogni cosa non sia come sembra.