Proprio come tante sitcom degli anni ’50, i Marvel Studios hanno girato diverse scene di WandaVision di fronte al pubblico.

Uno dei prodotti più interessanti del nuovo format Marvel Studios/Disney+ è senza ombra di dubbio Wandavision, serie su Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany) che avrà una potente influenza dall’estetica anni ’50 (e non solo), ispirandosi alle sitcom di quell’epoca ma in maniera “distorta e misteriosa”, prendendo come modello di riferimento il Dick Van Dyke Show, utilizzando persino in alcune sequenze lo stesso modello di produzione e girando delle scene di fronte ad un pubblico dal vivo (scelta comune per le sit-com dell’epoca), il tutto in un’ambiente semi-onirico dove Wanda si andrà probabilmente a rifugiare, per non affrontare il lutto derivato dalla dipartita del suo amato Visione.

Nel numero di dicembre del magazine Entertainment Weekly dedicato a WandaVision sono presenti tanti dettagli sulla serie (qui trovate le dichiarazioni di Kevin Feige) ed alcune foto inedite.

Stando a quanto spiegato dal magazine, la serie è stata girata proprio di fronte al pubblico (come sostenevano vecchi rumor), proprio come una sit-come tradizionale degli anni ’50. Le risate delle persone presenti sono state registrate dalla produzione, dando l’impressione ai membri del cast di trovarsi in un teatro.

Lo scorso anno, i Marvel Studios hanno fatto qualcosa di totalmente inaspettato…hanno aperto il set ai visitatori. Hanno scelto di realizzarla proprio come una sit-com degli anni 50, girando in bianco e nero di fronte al pubblico dal vivo (che ha firmato pesanti accordi di non divulgazione)

Ecco quanto spiegato da Elizabeth Olsen:

E’ stato semplicemente folle. Da bambina visitavo questi set, dato che mia sorella stava lavorando con Full House.

Paul Bettany ha invece aggiunto:

Ci stavamo divertendo tantissimo, volevamo continuare a girare!

Naturalmente ogni persona presente sul set ha firmato degli accordi di non divulgazione, così da prevenire ogni possibile fuga di informazioni.