Venom: La storia completa del film scritto da David Goyer nel 1997 mai realizzato, ecco i dettagli

La storia completa del film su Venom mai realizzato dalla New Line Cinema e scritto da David Goyer nel 1997, ecco i dettagli.

Nel libro With Great Power: How Spider-Man Conquered Hollywood during the Golden Age of Comic Book Blockbusters, scritto da Sean O’Connell (direttore generale di CinemaBlend) e contenente una dettagliata ricostruzione di tutte le trasposizioni cinematografiche e televisive dell’Uomo Ragno, sono stati raccolti numerosi retroscena inediti sugli adattamenti mai realizzati dedicati all’arrampicamuri e ai personaggi apparsi nelle sue storie a fumetti, tra cui Venom.

In un passaggio del libro – che abbiamo acquistato e che stiamo analizzando capitolo per capitolo – sono state svelati numerosi dettagli inediti sullo script per un film sul simbionte alieno firmato da David S. Goyer, uno degli sceneggiatori che si è cimentato più spesso con i film basati sui fumetti avendo contribuito alla scrittura dei primi due Blade con Wesley Snipes, della trilogia di Batman di Christopher Nolan, di Ghost Rider – Spirito di vendetta (2011), de Il corvo 2 (1996), de L’uomo d’acciaio (2011) e di Batman v Superman: Dawn of Justice (2016).

Stando a quanto spiegato da O’Connell, la sceneggiatura di Goyer (che potete leggere interamente cliccando qui) prevedeva diverse scene che, anni dopo, sarebbero state riutilizzate dalla Sony Pictures e Andy Serkis per Venom: La Furia di Carnage (2021). Inoltre, la New Line Cinema, ai tempi seriamente intenzionata a sviluppare un film sul personaggio, aveva considerato di ingaggiare Dolph Lundgren (interprete di Ivan Drago in Rocky IV) per il ruolo di Eddie Brock, vista la sua esperienza pregressa con il discutibile film sul Punitore del 1989:

“Il concept per un film su Venom ha fatto avanti e indietro dal limbo produttivo per decenni. Gary Ross (Seabiscuit – Un mito senza tempo e Hunger Games), Roberto Orci (The Amazing Spider-Man 2) e gli sceneggiatori di ‘Deadpool’ Paul Wernick e Rhett Reese. Alla New Line Cinema viene attribuito il merito di aver fatto il primo tentativo serio nel 1997 quando lo studio giocò con l’idea di adattare la sceneggiatura su un film di Venom scritta da David S. Goyer in un veicolo per Dolph Lundgren, star di Rocky IV e The Punisher.”

“Decenni dopo, diverse idee dello script di Goyer furono usate per ‘Venom: La Furia di Carnage’ di [Andy] Serkis, scritto da Kelly Marcel su una storia concepita da Tom Hardy. La storia di origini del Venom di Goyer, ad esempio, si apre con un giovane Cletus Kasady che crea il caos nell’ospedale psichiatrico St. Estes. Sviluppa il manicale simbionte Carnage come antagonista principale del film, mostra She-Venom quando il simbionte prende il possesso di un personaggio femminile fondamentale ed ha anche una sequenza ricca di azione in cui Kasady sopravvive ad un’esecuzione ordinata dallo Stato, dando vita al suo alter ego malvagio. (Goyer utilizzò la sedia elettrica per la sua sequenza, mentre ‘Venom: La Furia di Carnage’ ha attaccato Woody Harrelson ad una macchina che fa’ iniezioni letali).”

In uno degli atti più ambiziosi della sceneggiatura, Goyer devia la sua storia sul pianeta natale di Venom, Klyntar, creando una tangente per le origini che vede il simbionte alieno (rinominato The Other [L’Altro]) arrivare sul nostro pianeta con una navetta prima di legarsi a Brock, un fallito squattrinato. I produttori di ‘Venom’, Avi Arad e Matt Tolmach, dicono di aver sperimentato con una sequenza simile durante la pre-produzione del loro film del 2018, ma l’idea fu scartata affinché un astronauta chiamato John Jameson potesse portare il simbionte sulla Terra. I lettori di fumetti, naturalmente, riconoscono questo personaggio come il figlio del direttore del Daily Bugle J. Jonah Jameson. Nei fumetti, John si trasforma in una creatura umanoide simile a un lupo chiamata Man-Wolf, anche se non c’è alcuna indicazione che lo SPUMC esplorerà quel personaggio in futuro.”

Come spiegato nel libro, l’unicità dello script di Goyer era rappresentata dalla totale assenza di Spider-Man nonostante il ruolo fondamentale svolto dal personaggio per le origini di Venom nei fumetti:

L’aspetto più interessante dello script di Goyer è l’assenza di Spider-Man, inusuale considerando quanto dovrebbe essere cruciale Peter Parker per la formazione del personaggio. Raimi è rimasto relativamente fedele alle origini fumettistiche di Venom quando ha gestito il villain in Spider-Man 3, mostrando un simbionte avvilito che si lega a un Eddie Brock (Topher Grace) con tendenze suicide visto l’odio comune per il nostro amichevole arrampicamuri di quartiere. Escludendo Spider-Man dalla sua sceneggiatura, Goyer ha prefigurato uno degli ostacoli creativi che i registi attuali hanno dovuto affrontare quando Sony li ha ingaggiati per lavorare al franchise sul simbionte: creare un universo cinematografico di Spider-Man, ma farlo senza usare Spider-Man.”

Ricordiamo che Venom: La Furia di Carnage (2021), scritto da Kelly Marcel (50 Sfumature di Grigio) e Tom Hardy e diretto da Andy Serkis (Mowgli), vede nel cast Tom Hardy (Eddie Brock/Venom), Michelle Williams (Anne Weying), Woody Harrelson (Cletus Kasady/Carnage), Naomie Harris (Shriek), Reid Scott (Dan Lewis) e Stephen Graham (Patrick Mulligan).

Questa la sinossi ufficiale:
Tom Hardy ritorna sul grande schermo nel ruolo del ‘protettore letale’ Venom, uno dei personaggi Marvel più enigmatici e complessi. Diretto da Andy Serkis, tra i protagonisti anche Michelle Williams, Naomie Harris e Woody Harrelson, nel ruolo del villain Cletus Kasady/Carnage.