Durante la proiezione in anteprima di Venom: la Furia di Carnage, Tom Hardy ha provato in tutti i modi a prevenire la fuga di spoiler…con scarsi risultati.

Nonostante l’accoglienza negativa da parte della critica, il primo film dedicato a Venom avente per protagonista Tom Hardy ha incassato 855 milioni di dollari al box-office mondiale, ottenendo un riscontro positivo da buona parte degli spettatori. Forte del suo incredibile successo commerciale, Sony Pictures ha deciso di accelerare lo sviluppo di un sequel del cinecomic intitolato Venom: La Furia di Carnage e diretto da Andy Serkis, che in Italia uscirà dal 14 ottobre.

Nella giornata di ieri Sony ha organizzato una proiezione speciale del film riservata ai fan a cui hanno partecipato anche Andy Serkis e Tom Hardy (cliccate qui per le prime impressioni). Nonostante l’invito da parte di Tom Hardy a non fare spoiler online, sul web è già possibile trovare la descrizione della scena dopo i titoli di coda, l’audio di questa scena e persino la descrizione dell’intera trama.

Per l’occasione, tramite l’account Twitter ufficiale che la Sony ha realizzato per il simbionte, lo stesso Venom ha invitato caldamente i fan a non fare spoiler di nessun tipo… dato che Eddie gli ha permesso di mangiare chiunque faccia uno spoiler online!

Ecco il post:

Ricordiamo che Venom: La Furia di Carnage, scritto da Kelly Marcel (50 Sfumature di Grigio) e Tom Hardy e diretto da Andy Serkis (Mowgli), uscirà al cinema l’1 ottobre negli Stati Uniti e il 14 ottobre in Italia e vede nel cast Tom Hardy (Eddie Brock/Venom), Michelle Williams (Anne Weying), Woody Harrelson (Cletus Kasady/Carnage), Naomie Harris (Shriek), Reid Scott (Dan Lewis), Stephen Graham(Patrick Mulligan) e Sean Delaney (Killing Eve).

Venom: La Furia di Carnage

SINOSSI
Tom Hardy ritorna sul grande schermo nel ruolo del ‘protettore letale’ Venom, uno dei personaggi Marvel più enigmatici e complessi. Diretto da Andy Serkis, tra i protagonisti anche Michelle Williams, Naomie Harris e Woody Harrelson, nel ruolo del villain Cletus Kasady/Carnage.”

Fonte