La voce Brasiliana dell’Arrampicamuri interpretato da Tobey Maguire suggerisce il ritorno sulle scene del suo Spider-Man.

Se c’è un progetto nel mondo dei cinecomics ormai sulla bocca di tutti da diverso tempi, questo è decisamente Spider-Man: No Way Home, terzo capitolo della trilogia dedicata all’Uomo Ragno del Marvel Cinematic Universe, in uscita (per il momento) a Dicembre di quest’anno.

Del film non si sa ancora molto, se non che sarà presente il Dottor Strange di Benedict Cumberbatch, che gli eventi avranno luogo nel periodo Natalizio, che gli unici due villain confermati saranno Alfred Molina e Jaime Foxx, i quali ritorneranno rispettivamente nei ruoli del Dottor Octopus e Electro, di cui hanno già vestito i panni nei due precedenti franchise Spider-Man 2 (2004) e The Amazing Spider-Man 2 (2014), portando i fan a speculare per ormai lungo tempo su un possibile Spider-Verse cinematografico, in cui, in tal caso, potrebbero comparire anche i due precedenti Spider-ManTobey Maguire e Andrew Garfield (per non parlare degli altri rumor, sostenuti da fonti autorevoli, riguardanto una possibile formazione dei Sinistri Sei guidata dal Goblin di Willem Dafoe, e addirittura del debutto cinematografico e ritorno sulle scene di Charlie Cox come Daredevil). Ed è proprio di uno degli Spider-Man precedenti, anche se indirettamente.

Qualcuno ricorderà quando in aprile, lo storico doppiatore Spagnolo di Tobey Maguire, Roger Pera, si era lasciato sfuggire una dichiarazione, nella quale andava a confermare direttamente il ritorno della sua versione di Spider-Man, ma a quanto pare non è l’unico doppiatore del primo Peter Parker cinematografico a non avere remore nel confermare il suo ritorno, in quanto lo stesso è accaduto con Manolo Rey, doppiatore Brasiliano di Maguire, che ha risposto alla domanda di un fan su Instagram, nella quale gli chiedeva se avrebbe doppiato nuovamente l’attore nel ruolo di Spider-Man, con un gesto che comunica “acqua in bocca”, ed in seguito un semplice, ma diretto, pollice su, a confermare (almeno per quanto riguarda questo contesto) il ritorno del Peter Parker dei film di Sam Raimi.

La specifica sul contesto rimane però importante, in quanto è sempre da tenere a mente che, nonostante la prominente schiera di insider particolarmente affidabili dedita a sostenere questa teoria, nonostante una fonte decisamente autorevole come Variety abbia confermato il ritorno, definendolo “Uno dei segreti meno segreti dell’intera Hollywood”, in un articolo prontamente modificato per ragioni ancora sconosciute, ciò che manca è il tassello più importante: la conferma diretta. Il cast ha negato il coinvolgimento degli attori (esattamente come ci si aspetterebbe, visti gli accordi di segretezza che sono obbligati a firmare), e di recente Kevin Feige si è espresso tra le righe rivelando dissenso sulle conferme date da Alfred Molina riguardo Doc Ock, ribadendo ancora una volta la volontà di mantenere segreto quanto accadrà nel progetto, quindi non ci resta che aspettare, per capire se gli ormai innumerevoli indizi, porteranno ad una conferma, ed al ritorno dei precedenti Spider-Man sul grande schermo.