Continuano ad arrivare dettagli sull’inaspettato e per certi versi sorprendente abbandono di Tim Miller alla regia di Deadpool 2, dopo che è stato uno degli artefici del successo del primo capitolo – insieme a Ryan Reynolds ed ai due sceneggiatori.

Sappiamo che il regista ha abbandonato il progetto a seguito di “divergenze creative” con Ryan Reynolds, ed ora Umberto “El Mayimbe” Gonzalez di The Wrap ha spiegato che Cable ha giocato un ruolo chiave in questa decisione.

Miller, che possiede uno studio di effetti visivi coinvolto nel primo film gratis, voleva uno stile particolare per il film, mentre l’attore voleva riproporre una commedia volgare che ha concesso al primo film il Rating R. La questione si è fatta complicata quando si è parlato della possibile presenza di Kyle Chandler. Miller voleva l’attore nei panni di Cable, Reynolds invece no. Alla fine lo studio ha sostenuto l’idea dell’attore ed il regista ha deciso di abbandonare.

Il sito inoltre evidenzia che Ryan Reynolds al momento della firma ha chiesto e ricevuto “controllo creativo e sui casting”, quindi Miller non poteva controbattere in alcun modo.