Dopo una lunga assenza, Jane Foster è pronta a tornare in azione…ma Thor: Love and Thunder adatterà la storyline sul suo cancro?

Lo scorso luglio al Comic Con di San Diego, i Marvel Studios hanno annunciato ufficialmente Thor: Love and Thunder, sequel di Thor: Ragnarok del 2017 che verrà diretto nuovamente da Taika Waititi e uscirà il 5 novembre del 2021.

Nel cast del film troveremo Chris Hemsworth, Tessa Thompson che ritorna come Valchiria, prima eroina LGBTQ del Marvel Cinematic Universe e Natalie Portman, che torna nei panni di Jane Foster, pronta ad indossare i panni della nuova Thor.

Il progetto è in fase di sviluppo attivo e, in vista delle riprese che si terranno il prossimo anno, la sceneggiatura è stata completata. Nel corso di una recente intervista, il regista/sceneggiatore Taika Waititi ha stuzzicato i fan,  promettendo un sequel ancora più folle e grande rispetto a Ragnarok:

Sarà più grande, rumoroso e pomposo. Raddoppieremo la follia di Ragnarok.

In riferimento a una relazione tra Valchiria e Captain Marvel che sperano alcuni fan, il regista ha aggiunto:

E’ pericoloso dire quello che ci si aspetta dalla Marvel, perché loro tendono a fare l’opposto. Fino ad un certo punto ascoltiamo i fan, ma nessuno vuole dei film fan-made, bisogna sorprendere le persone.

Il regista ha quindi spiegato che è stato molto facile convincere Natalie Portman a tornare nei panni di Jane Foster:

“Insomma, non ho dovuto fare molto. Credo che per lei fosse più questione di rendere il personaggio interessante, specialmente quando interpreti una “terrestre che ama la scienza” in uno di questi grossi film, perché finisce per diventare un po’, insomma… dopo averlo fatto per due film magari vuoi fare qualcosa di diverso. Credo che abbia trovato interessante poter diventare una supereroina. E poi è una cosa dei fumetti, quindi non stiamo inventando nulla.”

La domanda che si stanno ponendo i fan è una: il film adatterà effettivamente la storia del cancro di Jane Foster? Natalie Portman non si è sbilanciata, spiegando:

“È raro che questi grossi film d’intrattenimento guardino a temi più seri, problemi della vita reale…non so nulla in proposito, non ho ancora letto niente, ma ho sentito gli stessi rumor che avete sentito ed è emozionante pensarci.”

Ci sarà spazio anche per una componente drammatica nel film, oltre all’azione e al divertimento?

Vi ricordiamo che l’uscita del film è prevista per il 5 novembre 2021.

Fonte