Natalie Portman ha svelato che non era fisicamente presente nella scena con Zeus (Russell Crowe) in Thor: Love and Thunder.

Il 6 luglio è uscito al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato al Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film il Tonante chiede aiuto a Re Valchiria (Tessa Thompson), a Korg (Taika Waititi) e all’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) – ora in grado di sollevare Mjolnir – per combattere la minaccia di Gorr il Macellatore di Dèi (Christian Bale), un killer galattico che brama l’estinzione degli dèi.

Nel corso di un’intervista promozionale con BBC Radio, Natalie Portman ha parlato della sua esperienza su Thor: Love and Thunder. Quando le è stato chiesto come sia stato interagire con Russell Crowe e vederlo interpretare Zeus con quel bizzarro accento greco, l’attrice ha svelato che la scena ambientata ad Omnipotence City è stata girata separatamente e che non era fisicamente presente sul set durante le riprese di quella sequenza:

BBC: “Sei mai crollata dalle risate? So che sei professionale ma devono esserci stati dei momenti durante le riprese.”

Portman: “Sai qual è la cosa divertente? Gran parte di quella scena è stata girata separatamente, quindi tristemente non ero presente nella stanza. È stato molto triste. Ho amato davvero ciò che [Russell Crowe] ha fatto è stata anche una grande sorpresa quando ho visto il film perché ho avuto modo di vedere tutta la genialità che ha portato [al ruolo di Zeus].”