Thor: Love and Thunder, Natalie Portman ha spiegato come è stata resa più alta e imponente nel film: “Non sono mai stata così grossa.”

Il 6 luglio uscirà al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato alle avventure del Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film, oltre al ritorno di Natalie Portman come Jane Foster (che sarà in grado di sollevare il Mjolnir), rivedremo Jaimie Alexander nel ruolo di Lady Sif (dopo l’assenza in Thor: Ragnarok) e Chris Pratt nei panni di Peter Quill/Star-Lord, insieme agli altri membri dei Guardiani della Galassia.

Nel corso di un’intervista concessa a Variety, Natalie Portman ha parlato della sua impressionante trasformazione fisica per il ruolo della Potente Thor in Thor: Love and Thunder. Stando a quanto spiegato nell’articolo, l’attrice ha lavorato con un allenatore per 10 mesi prima e durante le riprese del film per aumentare la massa muscolare e per renderla più alta di quasi 10 centimetri rispetto alla normalità:

Non sono mai stata così grossa. Ti rendi conto ‘Oh, camminare per il mondo in questo modo deve essere una cosa molto diversa.'”

Essendo una donna di circa 1 metro e sessanta, non so se sarò ingaggiata nuovamente per un personaggio alto 1 metro e ottanta. Ho apprezzato il fatto che le persone mi abbiano vista così grossa.”

Inoltre, Taika Waititi e i membri della crew hanno dovuto escogitare un modo per portare Natalie Portman all’altezza giusta nelle sequenze in cui il personaggio affianca Chris Hemsworth:

Provavamo una scena, vedevano il percorso e costruivano una specie di sentiero che era a 30 centimetri da terra o una cosa del genere, e camminavo semplicemente sopra questa piattaforma.”

Quando le è stato di parlare del processo di trasformazione di Natalie Portman, Tessa Thompson (Valchiria) ha svelato una delle battute più volgari fatte sul set legate alla piattaforma costruita dai Marvel Studios:

Thompson:Lo chiamavano un ‘ponte’ [in originale usa il termine ‘deck’] ma, in base all’accento, a volte sembrava qualcos’altro. Perché siamo tutti dei ragazzini.”

Portman:Era una delle nostre battute ricorrenti. Chris [Hemsworth] doveva… Dovevano tutti salire sul mio ‘ponte’.

La sua esperienza nei panni de La Potente Thor ha dato a Portman una nuova prospettiva sull’intenso lavoro che Chris Hemsworth ha dovuto fare per più di un decennio per costruire il suo fisico:

Ottenere quel tipo di aspetto richiede uno stile di vita piuttosto intenso e disciplinato. Chris lavora molto, molto duramente e costantemente. Ogni volta che si prende una pausa, deve fare qualche tipo di allenamento… Dipende anche dall’alimentazione, dalle saune, dai bagni di ghiaccio, dal sonno… Tutte queste cose sono necessarie per far sembrare tutto giusto. È un lavoro a tempo pieno!

Ricordiamo che Thor: Love and Thunder, scritto da Taika Waititi (Thor: Ragnarok, Jojo Rabbit) e Jennifer Kaytin Robinson e previsto per il 6 luglio 2022, vede nel cast Chris Hemsworth (Thor), Natalie Portman (Jane Foster), Tessa Thompson (Valchiria), Taika Waititi (Korg), Jaimie Alexander (Lady Sif), Chris Pratt (Peter Quill/Star-Lord), Dave Bautista (Drax), Pom Klementieff (Mantis), Karen Gillan (Nebula), Sean Gunn (Kraglin), Vin Diesel (Groot), Christian Bale (Gorr il Macellatore di Dèi) e Russell Crowe (Zeus). Il resto del cast include Matt Damon, Melissa McCarthy, Sam Neill e Luke Hemsworth.

Thor: Love and Thunder

SINOSSI
Marvel Studios’ Thor: Love and Thunder vede Thor (Chris Hemsworth) intraprendere un viaggio — un viaggio per la scoperta di sé stesso. Ma il suo ritiro è interrotto da un killer galattico noto come Gorr il Macellatore di Dèi (Christian Bale), che brama l’estinzione degli dèi. Per combattere questa nuova minaccia, Thor chiede aiuto a Re Valchiria (Tessa Thompson), a Korg (Taika Waititi) e all’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) la quale — con grande sorpresa di Thor — può sollevare il martello magico, Mjolnir, e diventare La Potente Thor. Insieme, si imbarcano in un’avventura attraverso il cosmo per scoprire il mistero della vendetta di Gorr e fermarlo prima che sia troppo tardi.

Fonte