La co-sceneggiatrice di Thor: Love and Thunder ha svelato che la sceneggiatura originale era “molto lunga” rispetto al film finale.

Il 6 luglio è uscito al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato al Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film il Tonante chiede aiuto a Re Valchiria (Tessa Thompson), a Korg (Taika Waititi) e all’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) – ora in grado di sollevare Mjolnir – per combattere la minaccia di Gorr il Macellatore di Dèi (Christian Bale), un killer galattico che brama l’estinzione degli dèi.

Nel corso di un’intervista con Variety, Jennifer Kaytin Robinson, co-sceneggiatrice di Thor: Love and Thunder, ha svelato che lo script originale del film era molto più lungo rispetto a quanto visto sullo schermo, spiegando che la scelta di tagliare determinate scene dal montaggio è stata di Kevin Feige e di Taika Waititi:

“La parte della storia di Valchiria ambientata a Nuova Asgard probabilmente è un po’ condensata, ma era prevista sin dalle prime stesure della sceneggiatura. Sai, la sceneggiatura era molto lunga e il film non è lungo quanto lo script. Ma quelle scelte sono state prese più da Kevin [Feige] e Taika [Waititi] che da me.”

Quando le è stato chiesto se le sia mai capitato di riscrivere accidentalmente alcune cose in base al materiale già girato, Robinson ha ammesso:

“No, penso che io e Taika siamo stati un ottimo team. Io ero la persona che gli ricordava ogni tanto ‘Oh, inserisci questa frase. Oh, metti questo.’ È stato in grado di fare affidamento su di me e di andare in direzioni diverse, sapendo di avere una persona in grado di riportarlo con i piedi per terra se necessario. Ma, in ogni caso, tutto esplode ugualmente quando arrivi alla fase di montaggio. Ho sempre cercato di assicurarmi che fossero dette le cose necessarie. Di solito, in un film Marvel, sono davvero piccole cose.”