Thor: Love and Thunder, il supervisore dei VFX ha spiegato perché Eternità non è stato interpretato da un attore come Morgan Freeman.

Il 6 luglio è uscito al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato al Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film il Tonante chiede aiuto a Re Valchiria (Tessa Thompson), a Korg (Taika Waititi) e all’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) – ora in grado di sollevare Mjolnir – per combattere la minaccia di Gorr il Macellatore di Dèi (Christian Bale), un killer galattico che brama l’estinzione degli dèi.

Nel corso di un’intervista con Josh Wilding, Jake Morrison, supervisore degli effetti visivi di Thor: Love and Thunder, ha parlato dell’inclusione di Eternità nel terzo atto del film, spiegando per quale motivo i Marvel Studios non hanno ingaggiato un attore come Morgan Freeman per interpretare il personaggio:

“Beh, di certo abbiamo vagliato diverse opzioni. Ma penso che tutti noi ci siamo resi conto che, come si suol dire, a volte meno è meglio. Così ho chiesto diverse volte ai filmmaker ‘Ingaggeremo qualcuno per questo personaggio? Sarà qualcuno come Morgan Freeman che interpreta Dio [in Una settimana da Dio]?’ E se dovessimo farlo, mi piacerebbe saperlo il prima possibile, in modo tale da preparare gli scan e tutto il resto.’ Ho pensato che sia stato molto intelligente da parte di Taika [Waititi] e del team della Marvel non farlo parlare… Quel momento appartiene ai tre attori. E inserire un’altra grossa creatura in CGI nella scena e darle dei dialoghi avrebbe distratto lo spettatore della forte emotività di quella sequenza.”

Thor: Love and Thunder

Dopo aver spiegato di aver avuto molta libertà creativa per quanto riguarda la rappresentazione visiva di Eternità, Morrison ha rivelato che lo studio gli ha inviato un file contenente ogni singola apparizione dell’entità cosmica nei fumetti della Casa delle Idee:

E [i Marvel Studios] ci hanno dato un sacco di libertà con gli effetti visivi e penso sia stata una scelta piuttosto coraggiosa renderlo più semplice possibile… La cosa fantastica del lavorare con la Marvel è che hanno i loro archivi, quindi se vuoi vedere com’è fatto un personaggio… Ho ricevuto letteralmente un PDF contenente ogni singola volta che Eternità ha parlato nei fumetti seguendo l’ordine della continuity Marvel. Passavo il pranzo della domenica a leggerlo sul mio iPad. Sono davvero soddisfatto del risultato finale, perché non è fastidioso e non distrae… È un po’ come l’Oracolo del Sud della Storia Infinita… È imponente, è una grossa figura, sovrasta la scena ma non perdi mai il focus dagli attori presenti in quella scena.”