Idris Elba ha rotto il silenzio sull’apparizione di Heimdall nella seconda scena dopo i titoli di coda di Thor: Love and Thunder.

Il 6 luglio è uscito al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato al Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film il Tonante chiede aiuto a Re Valchiria (Tessa Thompson), a Korg (Taika Waititi) e all’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) – ora in grado di sollevare Mjolnir – per combattere la minaccia di Gorr il Macellatore di Dèi (Christian Bale), un killer galattico che brama l’estinzione degli dèi.

Nel corso di un’intervista con Collider, Idris Elba ha commentato la sua apparizione nella seconda scena dopo i titoli di Thor: Love and Thunder, dove vediamo Heimdall accogliere Jane Foster nel Valhalla, l’aldilà norreno. Nonostante buona parte delle abilità del personaggio siano state mostrate nei vari film del Marvel Cinematic Universe, l’attore ha spiegato che “l’immortalità” che circonda Heimdall potrebbe essere esplorata in futuro:

Praticamente tutto il suo arsenale di abilità è stato sfruttato in un modo o nell’altro. È onniveggente, sai. Ma non è affatto male come guerriero. Lo abbiamo visto come un guerriero, ed ha un’immortalità intorno a sé. È qualcosa che non abbiamo esplorato molto. Quindi penso che potrebbe essere interessante. Ehi, ascolta… Sai, il mondo Marvel è in continua espansione… Non si può mai sapere.”