Thor: Love and Thunder non convince appieno la critica statunitense e raggiunge un punteggio su Rotten Tomatoes molto diverso da Thor: Ragnarok.

Il 6 luglio è uscito al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato alle avventure del Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film, oltre al ritorno di Natalie Portman come Jane Foster (che sarà in grado di sollevare il Mjolnir), rivedremo Jaimie Alexander nel ruolo di Lady Sif (dopo l’assenza in Thor: Ragnarok) e Chris Pratt nei panni di Peter Quill/Star-Lord, insieme agli altri membri dei Guardiani della Galassia.

A sorpresa, il film non è stato accolto nel migliore dei modi dalla critica americana – soprattutto se confrontiamo l’accoglienza con quella di Thor: Ragnarok – e su Rotten Tomatoes è stato certificato Fresh (ovvero consigliano la visione), ma con un punteggio più basso rispetto agli standard del MCU: 69%, con un totale di 191 recensioni.

Per fare un paragone, il punteggio è inferiore persino a quello del primo Thor (77% su Rotten tomatoes), di poco superiore a Thor: The Dark World (66%) e nettamente inferiore a Thor: Love and Thunder (93%), ma non si tratta certo della peggior pellicola Marvel.

Il record negativo appartiene infatti ad Eternals, che non è certificato “Fresh” in quanto ha un punteggio del 47% di valutazioni positive.

Thor: love and Thunder