In vista dell’uscita di Thor: Love and Thunder, Chris Hemsworth ripercorre il rapporto del suo personaggio con gli altri supereroi.

Il 6 luglio uscirà al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato alle avventure del Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film, oltre alla presenza di Natalie Portman come Jane Foster (che sarà in grado di sollevare il Mjolnir), rivedremo Jaimie Alexander nel ruolo di Lady Sif (dopo la sua misteriosa assenza in Thor: Ragnarok) e Chris Pratt nei panni di Peter Quill/Star-Lord, insieme agli altri Guardiani della Galassia.

Durante il tour promozionale di Thor: Love and Thunder, Comicbook ha avuto occasione di intervistare Chris Hemsworth e Taika Waititi e parlare in particolare del rapporto fra il personaggio di Thor e quello di Tony Stark/Iron Man nell’MCU.

L’interprete del dio del tuono ritiene che il miliardario non abbia mai portato il dovuto rispetto al suo personaggio:

Non mi sembra che Tony sia mai stato gentile con Thor… [Thor] è sempre stato il bersaglio di ogni battuta. [Tony] non era affatto gentile. Cap invece era sempre un po’ più amichevole.

Anche il regista condivide l’opinione di Hemsworth:

No, [Tony] non è mai stato gentile con Thor… In Infinity War [Thor] era via già da un po’, e quando atterra in Wakanda nessuno gli dice ‘Ciao’. Ma davvero? L’ho trovato strano. Ok, sono nel mezzo di una battaglia e lo capisco, ma tutti dicono semplicemente: ‘Oh, eccolo’.

Hemsworth al che ha continuato ribadendo che anche gli altri personaggi avrebbero dovuto portare più rispetto al dio asgardiano:

È vero: nessuno dice ‘ciao’. Nessuno che dice ‘Come stai? I tuoi capelli sembrano diversi. Stai bene! Hai un bel taglio’. No, nessuno.