Il franchise di Thor (Chris Hemsworth) ha segnato un importante record al box-office americano.

Il 6 luglio è uscito al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato al Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film il Tonante chiede aiuto a Re Valchiria (Tessa Thompson), a Korg (Taika Waititi) e all’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) – ora in grado di sollevare Mjolnir – per combattere la minaccia di Gorr il Macellatore di Dèi (Christian Bale), un killer galattico che brama l’estinzione degli dèi.

Nel mercato domestico Thor: Love and Thunder ha incassato ben 342.9 milioni di dollari, diventando il film sul Dio del Tuono con l’incasso maggiore negli Stati Uniti. Inoltre, si tratta della prima volta nella storia del cinema che un franchise in live-action composto da quattro film ha costantemente superato i suoi predecessori al box-office domestico:

Thor: Love and Thunder (2022): 342.9 milioni di dollari
Thor: Ragnarok (2017): 315 milioni di dollari
Thor: The Dark World (2013): 206.4 milioni di dollari
Thor (2011): 181 milioni di dollari

Gli unici due franchise che possono essere paragonati a quello di Thor sono Il Signore degli Anelli (se si considera il film animato del 1978) e Toy Story:

1. La Compagnia dell’Anello: 316 milioni di dollari
2. Le Due Torri: 342 milioni di dollari
3. Il Ritorno del Re: 378 milioni di dollari

1. Toy Story: 192.8 milioni di dollari
2. Toy Story 2: 245.9 milioni di dollari
3. Toy Story 3: 415 milioni di dollari
4. Toy Story 4: 434 milioni di dollari