Chris Hemsworth ha raccontato come Star Trek (2009) lo ha aiutato a farsi notare dai Marvel Studios per il ruolo di Thor nell’MCU.

Il 6 luglio uscirà al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato alle avventure del Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Nel film, oltre al ritorno di Natalie Portman come Jane Foster (che sarà in grado di sollevare il Mjolnir), rivedremo Jaimie Alexander nel ruolo di Lady Sif (dopo l’assenza in Thor: Ragnarok) e Chris Pratt nei panni di Peter Quill/Star-Lord, insieme agli altri membri dei Guardiani della Galassia.

Durante una recente retrospettiva della sua carriera con Vanity Fair in vista di Thor: Love and Thunder, Chris Hemsworth ha riflettuto sulla sua esperienza con il primo Thor (2011), ricordando come la sua performance nel ruolo di George Kirk in Star Trek (2009) di J.J. Abrams contribuì a lanciare il suo nome ad Hollywood e a farsi notare dai Marvel Studios per il film sul Dio del Tuono diretto da Kenneth Branagh:

Girai Star Trek e poi non riuscii a trovare lavoro per circa otto o nove mesi. Quando uscì, il film mi diede un po’ di slancio e feci il provino per Thor un paio di volte senza essere richiamato. Poi ho avuto l’opportunità di ricevere un’altra chiamata. Star Trek era appena uscito, e Kenneth Branagh lo vide. Penso che mi abbia aiutato in molti, molti modi. E penso che J.J. Abrams e Kenneth abbiano avuto una conversazione. Nell’audizione iniziale che registrai e mandai loro eravamo io e mia madre. Mia madre leggeva le battute di Anthony Hopkins. Quindi non so, forse il fatto che lei abbia letto quelle battute ha influenzato in qualche modo la decisione.”

“Girammo questa scena durante un soggiorno di tre giorni appena fuori da Londra, nei pressi di un bellissimo casolare. Eravamo nella piscina di Kenneth Branagh per farci una nuotata e parlare. Io e Tom [Hiddleston] dicevamo cose come ‘Penso che questo film sarà piuttosto speciale.’ Eravamo entrambi due giovani attori e pensavamo che il film potesse essere un colpo grosso. Poteva essere il nostro grande momento. E lo è stato, fu esattamente questo. Ha lanciato le nostre carriere e penso un sacco a quel momento e a quel periodo e alle incertezze, l’ignoto e le possibilità. Era tutto originale, entusiasmante e meraviglioso.”

Ricordiamo che Thor: Love and Thunder, scritto da Taika Waititi (Thor: Ragnarok, Jojo Rabbit) e Jennifer Kaytin Robinson e previsto per il 6 luglio 2022, vede nel cast Chris Hemsworth (Thor), Natalie Portman (Jane Foster), Tessa Thompson (Valchiria), Taika Waititi (Korg), Jaimie Alexander (Lady Sif), Chris Pratt (Peter Quill/Star-Lord), Dave Bautista (Drax), Pom Klementieff (Mantis), Karen Gillan (Nebula), Sean Gunn (Kraglin), Vin Diesel (Groot), Christian Bale (Gorr il Macellatore di Dèi) e Russell Crowe (Zeus). Il resto del cast include Matt Damon, Melissa McCarthy, Sam Neill e Luke Hemsworth.

Thor

SINOSSI
Marvel Studios’ Thor: Love and Thunder vede Thor (Chris Hemsworth) intraprendere un viaggio — un viaggio per la scoperta di sé stesso. Ma il suo ritiro è interrotto da un killer galattico noto come Gorr il Macellatore di Dèi (Christian Bale), che brama l’estinzione degli dèi. Per combattere questa nuova minaccia, Thor chiede aiuto a Re Valchiria (Tessa Thompson), a Korg (Taika Waititi) e all’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) la quale — con grande sorpresa di Thor — può sollevare il martello magico, Mjolnir, e diventare La Potente Thor. Insieme, si imbarcano in un’avventura attraverso il cosmo per scoprire il mistero della vendetta di Gorr e fermarlo prima che sia troppo tardi.