THR rivela la fonte d’ispirazione principale per The Suicide Squad, in uscita il 6 agosto del 2021.

A fine gennaio Warner Bros. ha annunciato ufficialmente che il sequel di Suicide Squad uscirà il 6 agosto del 2021 con un nuovo titolo: The Suicide Squad. James Gunn è in trattative per dirigere il film e sta lavorando anche alla sceneggiatura, definita come “un approccio completamente nuovo al franchise“, il che significa che non dovrebbe trattarsi di un reboot vero e proprio, ma di una nuova direzione per la storia ed un nuovo cast di personaggi.

Stando a quanto spiega ora The Hollywood Reporter, James Gunn si è ispirato principalmente ad una run fumettistica ben precisa e molto apprezzata dai fan: quella di John Ostrander e Kim Yale realizzata a fine anni ’80.  Ostrander ha infatti reso “moderna” la Task Force X, introducendo il concetto di un team di supervillain (anche di terza categoria) con superpoteri, un vero e proprio gruppo di black ops del governo statunitense capitanati da Amanda Waller, una delle creazioni più memorabili dello sceneggiatore.

Nella squadra originale sono comparsi personaggi come Deadshot, Rick Flag, Bronze Tiger, Captain Boomerang e Plastique, mentre il roster scelto da James Gunn per il film è decisamente diverso e comprende Deadshot, Acchiappatori, Re Squalo, Uomo a Pois, Peacemaker e (forse) Harley Quinn.

A questo punto possiamo aspettarci nuovamente la presenza di Amanda Waller nel film?

Inoltre c’è grande fermento in casa Warner Bros. ed il progetto è diventata una priorità per gli studios, dato che i dirigenti ed i produttori si sono dichiarati estremamente soddisfatti dopo aver letto la sceneggiatura scritta da Gunn. La notizia è stata riportata sempre da THR, che ha spiegato che la fase di casting dovrebbe iniziare a breve.

Fonte