“The Flash”, il primo film sul Velocista Scarlatto, viene paragonato a “Spider-Man: No Way Home” da uno spettatore ad un’anteprima.

The Flash continua ad essere, nel bene e nel male, uno dei progetti più discussi nell’ambito dei cinecomic: il film diretto da Andy Muschietti, con protagonista Ezra Miller di ritorno nel ruolo di Barry Allen, il quale si troverà a collaborare con ben due diversi Batman nel corso della pellicola (interpretati da Michael Keaton Ben Affleck) e persino con Supergirl (interpretata da Sasha Calle), ha generato attesa per la sua sorprendente trama, ma è stato anche parte delle spiacevoli discussioni legate al comportamento della sua star (che rischia addirittura di essere rimpiazzata).

L’uscita del film è stata recentemente anticipata al 16 Giugno 2023, ed in un articolo di Deadline che si riferiva proprio al cambiamento, la testata ha rivelato che, a quanto riferito da una loro fonte esterna allo studio (quindi teoricamente più imparziale) che ha assistito ad una recente anteprima del film, il film sarebbe: “bello come Spider-Man: No Way Home, somigliandogli anche per via del forte elemento multi-versale, con apparizioni dei succitati Batman di AffleckKeaton.

Nello stesso articolo però, a quanto detto dall’autorevole insider KC Walsh, pare che Deadline abbia commesso un errore nel descrivere lo spazio riservato a Keaton nella pellicola, definendo il suo ruolo un “cameo“.

Keaton è un co-protagonista nel film. È molto presente, ed il tempo che ha nel film è minore solo rispetto a quello di Ezra [che interpreta il protagonista]. Chiunque vi dica altrimenti, sta mentendo.

In The Flash, dopo aver modificato il corso degli eventi, il Barry Allen che abbiamo visto in Batman v SupermanSuicide Squad e Zack Snyder’s Justice League, finisce involontariamente per far collidere diverse linee temporali alternative, ritrovandosi in un passato che non ha mai vissuto, dove incontrerà il Batman di Michael Keaton, la Supergirl di Sasha Calle, ed una versione alternativa di sé, con i quali dovrà lavorare per riparare al suo errore.