Variety e Matt Reeves rivelano tutti i segreti della tenebrosa colonna sonora del compositore Michael Giacchino per The Batman.

A inizio mese è uscito finalmente nelle sale cinematografiche italiane The Batman di Matt Reeves con Robert Pattinson nel ruolo di Bruce Wayne (qui trovate la nostra recensione), uno dei film più attesi dell’anno per molti spettatori.

Sin dal primo test screening, i fan sono rimasti a dir poco affascinati dal tema del compositore Michael Giacchino per il Cavaliere Oscuro, decisamente tetro e minaccioso.

Quando Warner Bros. ha diffuso online il tema del Cavaliere Oscuro, in pochi giorni ha raggiunto oltre 2.3 milioni di views su YouTube, segnando il record assoluto per una traccia della colonna sonora prima dell’uscita di un film.

Nel corso di una recente intervista, il regista Matt Reeves ha spiegato come è stato realizzato questo incredibile score, senza ombra di dubbio uno degli elementi più apprezzati dalla critica e dal pubblico.

Michael ha messo tutta la sua anima, tutte le emozioni possibili per questo film. Non riesco quasi a esprimere le emozioni che suscita questa colonna sonora.

Nello specifico, si tratta del quinto film che i due hanno realizzato insieme dopo i due film de Il Pianeta delle Scimmie, Let Me In e Cloverfield.

Matt Reeves ha scelto Giacchino nel 2019, ancor prima di ingaggiare Robert Pattinson nei panni del Cavaliere Oscuro, in quanto lo reputava il compositore perfetto per questo lavoro:

L’idea di sviluppare questo personaggio, questo mondo narrativo… sapevo che lo avrei convinto sin da subito, dato che siamo entrambi fan sin da bambini.

Giacchino, vincitore di un Oscar e di un Emmy Award (rispettivamente per Up e Lost) ha iniziato subito a registrare le tracce basandosi su poche pagine della sceneggiatura e su tante conversazioni con Reeves, per poi farlo ascoltare agli attori sul set.

Lo ha fatto sentire subito agli attori sul set. Rob mi ha detto che è stato uno strumento fondamentale per calarsi perfettamente nel personaggio e nella sua emotività.

Tutti i temi principali erano stati completamente scritti ancor prima delle riprese ed era stata anche registrata una bozza:

Abbiamo montato queste tracce, ho iniziato a girare e lui ha scritto ancora, ancora ed ancora. Sono andato a casa sua, abbiamo messo le tracce in sottofondo ed abbiamo parlato delle varie scene.

Entrando nel dettaglio, il tema del Cavaliere Oscuro contiene due idee distinte: “l’ossessione di Batman“, ovvero una tetra ripetizione di quattro note ed il “tema di Bruce Wayne“, che trasmette una forte malinconia per la tragica storia di Bruce.

Per quanto riguarda invece il tema di Catwoman, Giacchino ha incorporato diversi elementi noir, ispirandosi al tema di Jerry Goldsmith per Chinatown:

Abbiamo pensato di incorporare alcune di quelle tonalità ed ha scritto per lei un bellissimo tema, che però era troppo dolce. Quindi ha deciso di “spogliarlo” e rimuovere alcuni strumenti, lasciando però una cadenza noir ed un’atmosfera jazz.

Infine, parlando del tema dell’Enigmista, Giacchino ha deciso di citare l’infanzia del villain incorporando i cori di “Ave Maria” di Franz Schubert, la stessa musica che poi possiamo ascoltare anche nel film e che lo stesso Edward canta più volte (avendola cantata anche da bambino nel coro dell’orfanotrofio).

Da un certo punto di vista più emotivo, l’Enigmista ha ancora 10 anni. Quindi ha inserito questa inquietante, disperata voce da bambino lungo tutto il film, con un tema che ha una connessione spirituale con l’Ave Maria.

A partire da ottobre del 2021, Giacchino ha registrato l’intero traccia in un’orchestra londinese negli studios di Abbey Road con 70 oltre persone ed un coro maschile di 6 membri per un totale di 12 giorni.

In totale, la colonna sonora dura 1 ora e 56 minuti (record per il compositore) e si conclude con un una traccia solista di pianoforte suonata dalla pianista americana Gloria Cheng di ben 12 minuti, chiamata “Sonata in Darkness“.

Quello che amo di lui è che è una persona davvero divertente. È un burlone, i titoli di tutti i suoi brani sono giochi di parole (“Escaped Crusader“, “For All Your Pennyworth”), questo mi fa impazzire. Inoltre, è una persone davvero emotiva. È stata un’esperienza meravigliosa, una delle mie parti preferite della realizzazione di un film è proprio lo sviluppo della colonna sonora.

Giacchino non ha potuto contribuire a questa intervista per The Batman, dato che sta registrando la colonna sonora di Thor: Love and Thunder.

Fonte