Il nuovo interprete del Cavaliere Oscuro si esprime sui film passati e sulla serie TV, parlando del perché ha voluto prendere parte a “The Batman”.

Come è ormai risaputo, Robert Pattinson interpreterà il ruolo di Bruce Wayne e del suo conseguente alter-ego supereroistico in The Batman, prossimo film dedicato al personaggio in uscita il 25 giugno 2021, per la regia di Matt Reeves, con Zoë Kravitz nel ruolo di CatwomanColin Farrel in quello del Pinguino, Paul Dano nel ruolo dell’Enigmista, Jeffrey Wright nel ruolo del Commissario Gordon, Andy Serkins nel ruolo del Alfred, John Turturro nel ruolo di Carmine Falcone, ed altri attori e ruoli per ora rimasti nel mistero, film che è al momento uno dei più attesi nel panorama cinecomic. La pellicola si propone di raccontare una storia che attinge all’anima noir di Batman, personaggio creato nel 1939, quindi in un periodo in cui il genere spopolava come in pochi altri momenti storici, mettendo al centro di tutto le sue abilità di detective.

Pattinson dalla sua è un attore dalla carriera peculiare quanto le premesse di questo film, partendo da blockbuster a film più di nicchia per diversi anni come Good Time ed il recente The Lighthouse, passando per il venturo film Tenet per la regia di Christopher Nolan, arrivando a vestire i panni di Batman, uno dei personaggi con la maggiore esposizione mediatica del secolo. In una recente intervista con Entertainment Weekly Pattinson ha toccato tutti questi temi, ma una risposta in particolare ha suscitato l’attenzione degli appassionati, la risposta data in merito al perché dopo un così lungo periodo di sperimentazione per quanto concerne le sue capacità attoriali con pellicole spesso indipendenti, abbia deciso di tornare in un grande blockbuster con The Batman, al che l’attore ha risposto nel seguente modo:

C’è sempre stato qualcosa che mi attirava al riguardo. È come se esistesse al di fuori del regno dei blockbuster. I film su Batman hanno sempre attratto dei grandi registi e dei grandi attori per interpretarlo. Si tratta di un’eredita ed un liniaggio che non mi ha mai trasmesso la sensazione di essere fatto semplicemente per incassare, anche per quanto riguarda la serie TV che venne fatta. Ci sono persone che ancora guardano quella serie. Voglio dire, è un classico degli show televisivi, ed è veramente ben realizzata. Tutte le interpretazioni sono ottime, è una serie televisiva pop-art veramente interessante. È divertente. Non è come se facessero quei film solo per vendere giocattoli. Sono certo che fosse una parte di ciò, ma nel primo Batman c’è Jack Nicholson che interpreta il cattivo! C’è qualcosa di davvero speciale al riguardo. Inoltre quei film di Tim Burton su Batman, da giovane ne ero ossessionato.

Sembra quindi che come è solito fare, non solo Pattinson abbia fatto i così detti “compiti a casa”, ma abbia contemporaneamente tratto delle conclusioni su quello che è il liniaggio di Batman nel panorama live action audiovisivo.