Ieri Warner Bros. ha rilasciato online la prima scena tagliata di ben 5 minuti su The Batman, che mostra il dialogo con QUEL prigioniero di Arkham.

A inizio mese è uscito finalmente nelle sale cinematografiche italiane The Batman di Matt Reeves con Robert Pattinson nel ruolo di Bruce Wayne (qui trovate la nostra recensione), uno dei film più attesi dell’anno per molti spettatori.

Nel finale del film, abbiamo assistito al debutto del Joker, interpretato da Barry Keoghan, che ha un dialogo con l’Enigmista all’interno dell’Arkham Asylum… ma in una prima fase era prevista anche un’altra scena, poi tagliata durante il montaggio.

Ieri pomeriggio il sito dell’Enigmista, che ormai da settimane accompagna i fan con indovinelli e conti alla rovescia, si è aggiornato rilasciando la scena tagliata di cinque minuti con il dialogo tagliato tra Batman e Joker che lo stesso regista Matt Reeves aveva anticipato!

Nello specifico, da questa scena possiamo capire che Joker (che il regista definisce come una versione embrionale del personaggio) è stato catturato ed imprigionato all’Arkham Asylum da Batman durante il suo primo anno di attività.

Nel film Bruce brancola nel buio, motivo per cui cerca di profilare l’Enigmista recandosi dal Joker con l’obiettivo per cercare di prevedere le prossime mosse del serial killer.

Di seguito la traduzione completa (anche se alcuni passaggi non sono completamente comprensibili) del dialogo tra i due, con una dinamica che inevitabilmente ricorda quelle di Manhunter e Il Silenzio degli Innocenti.

Joker: Un regalo! È quasi il nostro anniversario, vero?

Batman: C’è un serial killer, voglio il tuo punto di vista. 

Joker: Il primo anniversario e mi porti dei documenti di carta… perché pensi che io costi così poco?

Batman: Ho pensato che potesse incuriosirti.

Joker: Pensi che queste cose mi eccitino?

Batman: Non è così?

Joker: [Ride] Questa violenza è così stravagante… gli piacciono gli indovinelli? È così meticoloso, ha pianificato questo per tutta la sua vita. So chi è.

Batman: Chi è?

Joker: È un nessuno che vuole essere qualcuno. Prima il Sindaco, poi il commissario… è ambizioso.

Batman: Pensi che abbia delle motivazioni politiche? 

Joker: Nono, è qualcosa di molto personale, pensa che tutte queste persone gli abbiano fatto un torto, probabilmente tanto tempo fa. Qualcosa che non è mai guarito in lui… magari gli hanno rubato i soldi del pranzo.

Batman: Perché scrive a me?

Joker: Forse è un tuo fan? [Ride] Forse sei la causa di tutto questo. Hai qualche teoria?

Batman: Non ancora.

Joker: Davvero? Solitamente sei arguto, ma questa volta è diverso… questa volta ti sta sconvolgendo.

Batman: Torniamo a lui.

Joker: Perché? Tu sei molto più divertente!

Batman: Non sono qui per parlare di me.

Joker: DI cosa sei venuto a parlare?

Batman: Voglio sapere come pensa.

Joker: Tu sai esattamente come pensa. Tu hai scritto questo, avete così tanto in comune. Vendicatori mascherati. Hai paura che ti faccia sembrare un debole [Ride].

Batman: Sto sprecando il mio tempo.

Joker: [Ride]. Ti dirò ciò che penso veramente. A te non interessano per davvero le sue motivazioni. Da qualche parte, nel profondo, sei terrorizzato perché non sei sicuro che lui abbia realmente torto. Pensi che quelle persone lo meritassero, che meritassero di morire!

Infine, per il look del personaggio, Matt Reeves si è ispirato a L’Uomo che Ride (il film muto del 1928 con protagonista Conrad Veidt) per la risata ed Elephant Man per il suo aspetto grottesco. Inoltre, come spiegato dal regista, Joker soffre di una rara malattia congenita la quale non smette mai di ridere.

E se fosse nato con questa malattia e per tutta la vita non avesse mai smesso di ridere? E se avesse avuto una reazione eccessivamente cupa a questo evento, dopo aver trascorso tutta la sua vita con le persone che lo guardavano in un certo modo?

I due anni trascorsi a pattugliare le strade di Gotham nei panni di Batman (Robert Pattinson), per instillare terrore nel cuore dei criminali, hanno portato Bruce Wayne ad esplorare le zone d’ombra di Gotham City. Con solo qualche fidato alleato – Alfred Pennyworth (Andy Serkis), il Luogotenente James Gordon (Jeffrey Wright) – tra le numerose figure pubbliche e pubblici ufficiali corrotti, questo vigilante solitario si è fatto un nome tra i cittadini come l’incarnazione stessa della vendetta.

Quando un killer prende di mira l’elite di Gotham con delle sadiche macchinazioni seriali, una serie di criptici indizi portano il Miglior Detective del Mondo ad investigare tra gli inferi della malavita, dove incontra personaggi del calibro di Selina Kyle/Catwoman (Zoë Kravitz), Oswald Cobblepot/il Pinguino (Colin Farrell), Carmine Falcone (John Turturro), ed Edward Nashton/l’Enigmista (Paul Dano). Con degli indizi che indicano verso la sua storia personale, e con il rivelarsi della magnitudo del piano ideato dall’Enigmista, Batman dovrà stringere delle nuove relazioni, smascherare il colpevole e fare giustizia per gli abusi di potere e la corruzione, che da tempo affliggono Gotham City.