Novità sul tanto atteso The Batman di Matt Reeves direttamente dall’autorevole The Hollywood Reporter, che ha rivelato alcuni retroscena sul casting di Robert Pattinson.

A inizio anno la Warner Bros. ha annunciato la data d’uscita del tanto atteso The Batman: 25 giugno 2021. Successivamente il regista e sceneggiatore del film Matt Reeves ha rivelato diverse informazioni sulla trama, spiegando che si concentrerà principalmente su atmosfere noir (durante la stesura dello script si è ispirato a Taxi Driver Chinatown) con una forte componente detective, confermando poi che il Cavaliere Oscuro non verrà più interpretato da Ben Affleck.

Dopo il casting di Robert Pattinson, confermato ufficialmente da Matt Reeves, The Hollywood Reporter ha rivelato diversi dettagli inediti: innanzitutto Reeves ha provato a corteggiare sin da subito l’attore, ma inizialmente non credeva più di tanto ad una sua firma, dato che sono ormai anni che Pattinson evita le grandi produzioni di Hollywood.

Nonostante ciò l’attore si è dimostrato interessato al ruolo, è entrato in fase di trattative con la produzione e subito dopo il festival di Cannes ha partecipato al test screening finale insieme a Nicholas Hoult, un altro contendente per il ruolo, convincendo definitivamente il regista.

Una fonte di THR vicina al progetto ha spiegato che il processo di casting è stato molto veloce, soprattutto se paragonato ai vari Superman o Spider-Man, che hanno richiesto numerosi test:

E’ stato un processo veloce, più veloce del solito. Reeves aveva dei requisiti specifici in mente, sapeva già cosa cercare.

La stessa fonte ha quindi rivelato qualche dettaglio inedito sul film, spiegando:

Questo Batman dovrà confrontarsi con un range d’età già definito. E’ scritto come un personaggio di circa 30 anni, in una storia che non sarà l’ennesimo racconto delle sue origini o il racconto di un combattente ormai veterano, bensì di Bruce Wayne che cercherà di trovare il suo percorso per diventare il geniale detective che tutti conosciamo.

Queste rivelazioni, che aiutano a differenziare il progetto di Matt Reeves dagli altri film su Batman, coincidono perfettamente con quello che spiegato il regista a inizio anno. Aspettiamoci quindi una storia emozionale e più “intima”, che esplorerà lati del Cavaliere Oscuro che finora sono sempre stati messi in secondo piano.

Ecco quanto spiegato da Reeves lo scorso anno, in una delle rare volte in cui ha discusso del film:

Ovviamente non faremo una storia di origini o niente di simile. Cercheremo di raccontare una storia emozionale su di lui che è il più grande detective del mondo con tutti gli elementi che mi hanno fatto adorare Batman sin da quando ero bambino.

Voglio renderlo una storia di Batman veramente noir dove inizia ad investigare su un particolare caso che lo porta all’interno del mondo di Gotham. Ho fatto un tuffo profondissimo nei fumetti, rivisitando nuovamente tutte le mie storie preferite. Non sarà una continuazione dei film di Nolan. 

Fonte