The Amazing Spider-Man 3, l’ex avvocato della Marvel accende le speranze dei fan di Andrew Garfield: “Tutto è possibile legalmente.”

Il franchise di The Amazing Spider-Man ha una storia decisamente travagliata, questo è poco ma sicuro: Andrew Garfield ed il regista Marc Webb hanno provato a realizzare un film con quanta più passione e cuore possibile, scontrandosi però con le esigenze della Sony, che invece ha imposto diversi paletti (obbligando la produzione a scelte controverse) muovendosi esclusivamente per finalità economiche. Alla fine, dopo un incontro con Kevin Feige (e dopo il fallimento economico del secondo film con Electro), la Sony ha deciso di cancellare The Amazing Spider-Man 3 optando per un reboot con protagonista Tom Holland, integrandolo nell’Universo Cinematografico Marvel.

Alimentati dal successo di Spider-Man: No Way Home, i fan hanno lanciato l’hashtag #MakeTASM3, con il quale stanno provando a convincere la Sony a sviluppare questo terzo capitolo facendosi “sentire” in massa sui social… e lo stesso Garfield ha spiegato più volte di essere favorevole ad un ritorno, ma solo a determinate condizioni.

Nel corso di un’intervista con Screen Rant, Paul Sarker, ex avvocato dei Marvel Studios e attuale co-conduttore di Better Call Paul (podcast incentrato sul “business dello show business“), ha risposto ad alcune domande dal carattere legale sulle sue mansioni per la divisione cinematografica della Casa delle Idee, svelando alcuni retroscena inediti. Sarker, che ha supervisionato e finalizzato i contratti dei talent per film come Captain America: The Winter Soldier, Guardiani della Galassia, Iron Man 3, Avengers: Age of Ultron e Thor: The Dark World, ha spiegato che la Sony dal punto di vista legale potrebbe realizzare tranquillamente The Amazing Spider-Man 3 non essendo vincolata da obblighi contrattuali con i Marvel Studios per quanto riguarda lo Spider-Man di Andrew Garfield, sottolineando tuttavia che l’attore potrebbe non essere interessato a tornare nel ruolo:

Tutto è possibile da un punto di vista legale. Ciò non significa che sia possibile da un punto di vista creativo o aziendale, ma legalmente noi avvocati rispondiamo spesso alla direzione e alle richieste dei team creativi e aziendali. So che Sony ha i diritti esclusivi di Spider-Man. In teoria, se Andrew Garfield volesse far parte di questo franchise andando avanti, in Amazing Spider-Man 3, e ci fosse un budget… Legalmente, le parti
potrebbero compilare tutte le scartoffie necessarie per farlo accadere. Ma penso anche che, da un punto di vista creativo, Andrew Garfield potrebbe non volerlo fare. Ha detto in un’intervista che si prenderà una pausa dalla recitazione, per cui potrebbe non essere interessato a realizzare Amazing Spider-Man 3, creativamente parlando. Ma penso che, se tutti i fattori puntassero in quella direzione, legalmente ci sarebbe un modo per farlo.”

Recentemente gli account Sony hanno ammesso di aver notato tutte le richieste dei fan per questo terzo capitolo (in molti hanno visto in queste dichiarazioni un barlume di speranza), questo senza contare le dichiarazioni di Mark Hughes di Forbes, secondo il quale Sony è molto attenta alle richieste dei fan, quindi potrebbe anche assecondarli.

The Amazing Spider-Man 3

Inoltre, già diversi insider hanno anticipato il ritorno di Garfield, quindi le possibilità non sono certo da escludere.

Come sempre, vi terremo aggiornati non appena ci saranno novità.