Superman Henry Cavill

Superman: Gunn spiega perché ha rimpiazzato Henry Cavill, con cui è rimasto in buoni contatti (e gli sta cercando un ruolo)

A inizio novembre, James Gunn ed il produttore Peter Safran hanno iniziato il loro incarico come co-presidenti e co-CEO di DC Studios, una nuova compagnia che gestirà film, serie TV e animazione!

Da inizio mese, si sono susseguiti un enorme numero di aggiornamenti e dir poco contrastanti sul futuro dell’universo DC, a seguito dei quali James Gunn ha deciso di annunciare ufficialmente il suo primo progetto per il futuro della DC: un reboot di Superman che non avrà per protagonista Henry Cavill!

Negli ultimi giorni, su Twitter, il regista ha risposto ad una serie di commenti dei fan, entrando nel dettaglio del licenziamento dell’attore.

All’affermazione “la tua fredda indifferenza riguardo il licenziare Henry Cavill fa molto “CEO”. Io non ce la farei… ma d’altronde io ho un cuore“, Gunn ha infatti risposto:

Non sono stato affatto freddo. Mi sono seduto a parlarne con Henry ieri, ed abbiamo avuto una discussione molto aperta, onesta e rispettosa. Siamo rimasti in contatto da allora e siamo in buoni rapporti. Ho detto quello che dovevo dire ieri, non sono certo di cos’altro vuoi che dica.

Come spiegato la scorsa settimana all’annuncio del reboot, Gunn sta già cercando un nuovo ruolo per Henry Cavill nel futuro dell’universo DC.

Successivamente, il regista e CEO ha spiegato che ha scelto di rimpiazzare Cavill esclusivamente per un fattore di età:

Come ho detto ieri, è molto semplice, [questo Superman] avrà un’altra età.

Infine, il regista ha chiarito che il film non sarà una storia di origini e che Superman non incontrerà per la prima volta i personaggi più importanti della sua storia editoriale:

Come ho detto ieri, non sto assolutamente scrivendo una storia d’origini. Non incontrerà personaggi importanti per la prima volta. Semplicemente, sarà più giovane.