La presenza del Signore dei Sith che ha persuaso Anakin è stata una vera e propria sorpresa per i fan, ma in casa Disney era una cosa voluta da molto tempo.

Grazie al teaser di Star Wars: The Rise of Skywalker, è stata rivelata la presenza di Palpatine nell’ultimo film della saga. Una vera sorpresa per i fan, senza dubbio, lasciando tutti a bocca aperta per la risata a fine teaser e confermato dalla presenza di Ian McDiarmid sul palco del panel allo Star Wars Celebration.

Se qualcuno ha pensato fosse una presenza messa all’ultimo, il capo di Lucasfilm, Kathleen Kennedy, ha dichiarato che il ritorno del Signore dei Sith era in programma da anni. Il grande problema però è stato capire come inserirlo nei film, cercando di rilanciare la saga per le nuove generazioni e riallacciarsi ai vecchi film, per i fan di lunga data:

“In realtà il ritorno di Palpatine era programmato già da tempo e proprio per l’Episodio IX. Quello che bisognava capire e decidere era soltanto il come farlo tornare, ma Ian McDiarmid e il suo Imperatore sono sempre stati parte dei nostri piani per questa nuova trilogia…

Il regista J.J. Abrams ha commentato l’esperienza di lavorare con un attore come McDiarmid:

“Lavorare con un attore come Ian è stata un’esperienza meravigliosa, una delle più belle della mia vita in ambito lavorativo. È un interprete straordinariamente dotato e penso che rivederlo in Star Wars piacerà molto al grande pubblico.”