Qualche mese fa, tra le voci che circondavano il nuovo Spider-Man,  ne girava una in particolare, che voleva la presenza di un Uomo Ragno ispanico o di colore, alla fine così non è stato. A questo proposito il grande Stan Lee ha commentato:

Non mi sarebbe importato se Peter Parker fosse stato in origine nero, ispanico, indiano o quello che volete, ma noi lo abbiamo creato bianco, quindi non vedo il motivo di cambiare le cose“.

E prosegue parlando della recente controversia, secondo cui la Marvel avrebbe intimato alla Sony di non cambiare la razza o la sessualità del personaggio:

“Credo che nel mondo ci sia spazio per supereroi gay, ma anche qui non vedo perchè cambiare la sessualità di un personaggio già affermato. Non ho alcun problema a creare nuovi supereroi omossesuali. La mia posizione non è in alcun modo anti-gay o anti-nero. Personaggi ispanici dovrebbero restare tali, Pantera Nera non dovrebbe essere originario della Svizzera. È facilissimo creare nuovi personaggi, quindi perché cambiare i vecchi?”

Riteniamo che Stan Lee abbia ragione, non devono essere cambiate le radici di personaggi già affermati, non avrebbe sensoIl nome del nuovo Peter Parker dell’Universo Cinematografico Marvel sarà annunciato prossimamente. I due frontrunner dovrebbero essere Tom HollandCharlie Plummer.