Durante l’inaugurazione dell’Avengers Campus, abbiamo avuto modo di provare anche l’attrazione Spider-Man: W.E.B. Adventure.

Manca ormai poco all’inaugurazione di Avengers Campus, la nuovissima area tematica Marvel dedicata agli Avengers che aprirà a Disneyland Paris il 20 luglio e farà parte del parco Walt Disney Studios.

Grazie alla divisione italiana di Disneyland Paris, abbiamo avuto l’occasione di partecipare all’inaugurazione di questa nuova area, alla successiva conferenza stampa e ad una serie di attività.

Durante la nostra esperienza all’Avengers Campus, abbiamo avuto modo di provare una nuova attrazione a di poco interessante: la WEB con protagonista Spider-Man, senza ombra di dubbio una delle più hi-tech dell’intero parco di Disneyland Paris.

Il grande protagonista del brief iniziale è proprio Peter Parker di Tom Holland (che ha fatto tutte le registrazioni per Disney mediante un Green screen), che interagisce con i visitatori tramite una tecnologia di proiezione a dir poco impressionante, dove il telo è perfettamente amalgamato con l’ambiente circostante.

Dal punto di vista tecnologico, questa attrazione è stata una sfida a dir poco estenuante per gli imageering della Disney:  per la prima volta nella storia del parco, l’attrazione non prevede l’utilizzo di gadget per interagire con l’ambiente circostante oltre agli occhiali per il 3D. Basta infatti muovere il braccio, mimando l’iconico gesto di Spider-Man con cui lancia le sue ragnatele, per abbattere gli Spider-Bots e contribuire alla missione.

Tramite una tecnologia innovativa implementata dagli imageering di Disney, l’attrazione riconosce gesti e movimenti del corpo e delle mani, permettendo quindi di lanciare le ragnatele semplicemente estendendo le braccia.

Anche in questo caso, l’attrazione ha una sua storia: l’obiettivo del team di Disney è sempre stato quello di porre le trame e la narrativa al primo posto anche per le attrazioni e la W.E.B. non fa certo eccezioni.

L’Uomo Ragno, con le fattezze di Tom Holland ma con un costume ed un background differente, ha realizzato infatti questi piccoli Spider-Bot, degli aiutanti degli eroi in grado di creare dal nulla la materia (pensate a delle stampanti in 3D con otto zampe ed intelligenza artificiale) per contribuire alla realizzazione dei gadget per i supereroi.

Tutto si svolge all’interno del Worldwide Engineering Brigade (WEB), un workshop per menti brillanti finalizzato a sviluppare nuove tecnologie, che ospita anche America Chavez, Riri Williams, Cassie Lang, Gwen Stacy (tutti Easter Egg presenti su alcuni armadietti) ed altri giovani personaggi dei fumetti.

Durante la presentazione dei suoi Spider-Bot, Peter Parker perde il loro controllo, questi ultimi iniziano a duplicarsi, crescono esponenzialmente e si danno alla fuga.

L’Uomo Ragno dovrà quindi chiedere l’aiuto dei visitatori del parco – identificati come delle reclute dell’Avengers Campus – per sconfiggere la minaccia degli Spider-Bot.

Muovendoci tra la coda dell’attrazione, è possibile notare che alcuni di questi Spider-Bot si aggirano nel condotto di ventilazione della struttura e vengono proiettati tra le grate tramite la stessa tecnologia utilizzata per riprodurre il filmato di Peter Parker.

 

Di seguito il comunicato ufficiale di presentazione della struttura:

Arriva anche in Europa l’attrazione dell’Uomo Ragno di nuova generazione, in cui le reclute di tutte le età avranno il potere di lanciare ragnatele. Un’avventura ricca di tecnologie innovative realizzate su misura per questa attrazione. La missione: allearsi con Spidey e aiutarlo a catturare gli Spider-Bot fuori controllo, i robot aiutanti di Peter Parker, prima che portino scompiglio nel Campus.

L’avventura continua con il Worldwide Engineering Brigade, anche noto come WEB, un workshop insieme a brillanti innovatori specializzati nello sviluppo di tecnologie finalizzate ad aiutare le persone a diventare dei veri Supereroi proprio come gli Avengers. Il workshop analizza le invenzioni di Peter Parker e del resto del WEB Tech Team, inclusi gli adorabili Spider- Bot, gli aiutanti robot in grado di costruire qualsiasi cosa di cui un Supereroe possa aver bisogno.

Attraverso speciali tecnologie innovative che riconoscono gesti e movimenti del corpo, le reclute saranno in grado di lanciare ragnatele dai polsi proprio come Spider-Man, semplicemente allungando le mani. Mentre i veicoli WEB Slinger procedono e la missione continua, gli Spider-Bot saranno sempre più difficili da battere, continuando a moltiplicarsi continuamente. Dopo aver aiutato Spider-Man a catturare tutti gi Spider-Bot, le reclute scopriranno quanti Spider-Bot sono riusciti a catturare nel proprio veicolo.