Gli sceneggiatori di Spider-Man: No Way Home sono stati influenzati dal film animato premio Oscar Spider-Man: Un Nuovo Universo.

Nel corso di una recente intervista con TheWrap, gli sceneggiatori Erik Sommers e Chris McKenna hanno spiegato il buffo modo in cui il film animato premio Oscar Spider-Man: Un Nuovo Universo ha influenzato il terzo atto di Spider-Man: No Way Home… grazie ad una frase pronunciata da Peter B. Parker!

Era novembre dello scorso anno e mentre lavoravano ad alcune pagine e giravamo il film, ci siamo chiesti: cosa fa esattamente questo artefatto magico? Cosa succede invece con l’incantesimo? Come possiamo chiarirlo? Perché si prendono gioco di cose del genere in Spider-Man: Un Nuovo Universo dove vengono definiti una tubola! Quante di queste “tubole” possiamo inserire in questo film che ha così tanti personaggi?

Tubola è il termine coniato da Peter B. Parker nel celebre film animato dedicato a Miles Morales per descrivere tutti gli oggetti in grado di “salvare la situazione“, come ad esempio una “Pennetta USB o una chiavetta di ovveride“. Esistendone a decine, Peter decide di coniare questo buffo termine per identificarle.

Gli sceneggiatori hanno quindi spiegato che lo stesso incantesimo finale di Doctor Strange è una sorta di “tubola”:

Abbiamo lavorato duramente per definire queste “tubole” e, ad un certo punto, abbiamo avuto un’altra idea: quella di cancellare al mondo intero la sua identità segreta con un incantesimo. Come possiamo fare per impedire che tutti conoscano la sua identità e come possiamo rendere tutto ciò il sacrificio di una vita [per Peter]?

Spider-Man: No Way Home, la trama del nuovo film Marvel

Diretto da Jon Watts, Spider-Man: No Way Home è uscito al cinema il 15 dicembre 2021.

Nel cast tornano Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Marisa Tomei (zia May), Jacob Batalon (Ned Leeds), Zendaya (Michelle “MJ” Jones), Tony Revolori (Flash Thompson), Jon Favreau (Happy Hogan) e Benedict Cumberbatch (Doctor Strange). È previsto il ritorno di Jamie Foxx nel ruolo del villain Electro (già visto in The Amazing Spider-Man 2) e di Alfred Molina nei panni di Doctor Octopus (antagonista di Spider-Man 2), insieme ad altri personaggi dei precedenti film di Spider-Man. Il resto del cast include Harry Holland, Arian Moayed e Paula Newsome.

Questa la sinossi ufficiale:
«Marvel Studios’ Spider-Man: No Way Home mostra per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man la sua identità rivelata, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto di Doctor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso».

Spider-Man: No Way Home fa parte della Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel. Leggi il nostro speciale!

Fonte