Con la conclusione delle riprese per il nuovo film dedicato all’Arrampicamuri arrivano dei regali per la crew, con uno Spider-Man decisamente inaspettato.

Durante la giornata di ieri, ad Atlanta, si sono concluse le riprese di Spider-Man: No Way Home, terzo capitolo della saga cinematografica dedicata al Peter Parker del Marvel Cinematic Universe, interpretato da Tom Holland. Del film non si sa ancora molto, se non che sarà ambientato nel periodo Natalizio, che gli unici due villain confermati saranno Alfred MolinaJaime Foxx, i quali ritorneranno rispettivamente nei ruoli del Dottor OctopusElectro, di cui hanno già vestito i panni nei due precedenti franchise Spider-Man 2 (2004) e The Amazing Spider-Man 2 (2014), portando i fan a speculare per ormai lungo tempo su un possibile Spider-Verse cinematografico, in cui, in tal caso, potrebbero comparire anche i due precedenti Spider-ManTobey MaguireAndrew Garfield.

Ci sono altri dettagli da considerare, come il fatto che il film vedrà la comparsa del Dottor Strange interpretato da Benedict Cumberbatch, in quanto sarà collegato al suo prossimo film: Doctor Strange in the Multiverse of Madness (tradotto letteralmente: Dottor Strange nel Multiverso della Follia), diretto da niente meno che il regista della prima trilogia dedicata all’Uomo RagnoSam Raimi. Per non parlare poi di diverse menzioni fatte nei vari show serali su questo rumor, dei numerosi insider che da mesi ormai ne parlano insistentemente, dell’avvistamento di Andrew Garfield ad Atlanta, luogo in cui è stata girato gran parte del film, ed in cui l’attore Inglese non ha motivo apparente per trovarsi.

Questo unito ad altri diversi piccoli indizi che però, sfortunatamente, al momento non costituiscono una prova, hanno portato alcuni intervistatori a chiedere dettagli a Tom Holland stesso, che ha negato un coinvolgimento dei due attori (anche se va detto che potrebbe stare tranquillamente mentendo per conservare il colpo di scena, come fece con Mysterio durante le interviste per Spider-Man: Far From Home).

Nella giornata di ieri però, un membro della crew del film ha inizialmente condiviso sul suo profilo Twitter una semplice foto dove venivano mostrati i membri del cast e degli stuntman (tra cui figura l’uomo in questione), per celebrare la conclusione delle riprese:

La persona in questione non si è però fermata lì, ed ha compiuto un passo in più che gli è costato l’intero account di Twitter, chiuso subito dopo che la seguente foto ha iniziato a circolare tramite un gran numero di fan fortemente esaltati dalle possibilità di cui vi andremo a parlare:

La foto in questione riguarda i regali alla crew del film come segno di affetto dopo la fine delle riprese, tra cui però figura un’immagine balzata istantaneamente all’occhio di tutti: quella dello Spider-Man interpretato da Andrew Garfield. Ma la cosa è meno semplice di quanti si possa pensare.

Nonostante il costume sia a tutti gli effetti quello indossato dall’attore inglese nel primo film in cui ha vestito i panni del personaggio, The Amazing Spider-Man,  è prontamente arrivata sua una scoperta dai fan, che va a chiarificare il fatto che la foto in questione sia quella di un cosplayer.

Inoltre poco dopo è arrivata la smentita dello stesso membro della crew che, dopo aver disattivato l’account per qualche ora, lo ha riattivato poco dopo.

Ho disattivato il mio account per via di parecchi spam. Inoltre, quelle magliette sono state fatte con un’immagine presa da Google. Ragazzi, state ingigantendo la cosa.

Una dichiarazione che va sicuramente a smentire la faccenda dal punto di vista dell’autore della foto, ma su cui è legittimo porsi dubbi. Ad esempio: è chiaro che, a quanto detto, la foto sarebbe stata presa distrattamente da Google, ma nonostante ciò è particolarmente difficile riuscire a risalire ad essa tramite una ricerca generica, ma anche ad una mirata. Ovviamente le vie tramite cui quella foto è riuscita ad approdare sul design della maglietta possono essere varie, ma citando Sherlock Holmes“Una volta eliminato l’impossibile ciò che rimane, per quanto improbabile, dev’essere la verità.”.

Quseto ci può portare a teorizzare che il messaggio possa essere atto a depistare e che l’inclusione di quello specifico Spider-Man, per quanto grossolana, visto che si tratta di un cosplayer, possa essere deliberata. Ovviamente è più consigliabile attenersi a quanto detto dall’autore del Tweet, così da rimanere, al limite, cautamente ottimisti, ma non è di certo da escludere una teoria più articolata.

Gli elementi però non si fermano qui, in quanto nella locandina a sinistra della foto, è possibile vedere una scritta il cui font è sicuramente familiare.

Il font in questione è chiaramente quello della prima trilogia diretta da Sam Raimi. Se lo si installa, è possibile constatare come ogni lettera combaci con quella nella locandina, persino nella distanza tra la “L” e la “S”. Va detto però che è uno dei primi font che spuntano online quando si ricerca un carattere a tema Spider-Man. Nonostante ciò è comunque un elemento da tenere in considerazione, anche se con la dovuta cautela.

Sfortunatamente, per adesso non si può fare altro che brancolare nel buio e continuare a teorizzare, per quanto concerne la possibile trama del prossimo film sull’Uomo Ragno. Da un lato abbiamo dichiarazioni ufficiali che negano un possibile Spider-Verse, ma dall’altra una miriade di indizi che, nonostante non compongano una prova, sono difficili da ignorare. Non ci resta quindi che attendere per qualche nuovo sviluppo, che si spera possa fare luce sulla faccenda.