Tom Rothman, il presidente della Sony, ha contribuito a migliorare la celebre sequenza di Spider-Man: No Way Home in cui Spider-Man di Garfield salva MJ.

In Spider-Man: No Way Home abbiamo assistito ad un momento che in molti avevano ipotizzato già nel secondo trailer: l’Uomo Ragno di Andrew Garfield che salva MJ dalla caduta fatale dalle impalcature, facendo i conti dopo anno con il proprio passato e con la morte di Gwen (nome che neanche riusciva a pronunciare), scoppiando subito dopo in un pianto liberatorio.

Nel corso di una recente intervista, il sound designer Tony Lamberti ha discusso dello sviluppo del film, spiegando che la scena è stata migliorata proprio da Tom Rothman, il presidente della Sony.

Nello specifico, in un primo montaggio questa scena era accompagnata da una colonna sonora “trionfante composta da cori”, ma Rothman ha insistito per togliere ogni traccia musicale e lasciare il momento il più intenso possibile:

Inizialmente erano previsti enormi cori e musiche potenti, ma non appena Tom Rothman ha visto il filmato, ha chiesto all’intero team di modificarla per renderla un momento che lascia tutti con il fiato sospeso.

Il team di sviluppo ha ascoltato i suggerimenti ed ha inserito soltanto un fischio (che inizia subito dopo l’arrivo del Goblin con il suo aliante) che accompagna la caduta di MJ fino all’arrivo di Peter, rendendo il tutto più intenso.

Anche se in molti avevano già intuito tutto con l’uscita del secondo trailer, vedere il Peter di Garfield che salva MJ è stato senza ombra di dubbio un momento incredibile per tutti i suoi fan…. ed anche per lo stesso attore, come ha spiegato in una recente intervista:

Non sto più vedendo te tra le mie braccia, sto vedendo Gwen che ha smesso di respirare. Allo stesso tempo, può sentire la mano di Gwen sulle sue spalle, quasi a dirgli che ora finalmente può riposare.

Zendaya

Spider-Man: No Way Home, la trama del nuovo film Marvel

Diretto da Jon Watts, Spider-Man: No Way Home arriverà al cinema il 15 dicembre 2021.

Nel cast tornano Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Marisa Tomei (zia May), Jacob Batalon (Ned Leeds), Zendaya (Michelle “MJ” Jones), Tony Revolori (Flash Thompson), Jon Favreau (Happy Hogan) e Benedict Cumberbatch (Doctor Strange). È previsto il ritorno di Jamie Foxx nel ruolo del villain Electro (già visto in The Amazing Spider-Man 2) e di Alfred Molina nei panni di Doctor Octopus (antagonista di Spider-Man 2), insieme ad altri personaggi dei precedenti film di Spider-Man. Il resto del cast include Harry Holland, Arian Moayed e Paula Newsome.

Questa la sinossi ufficiale:
«Marvel Studios’ Spider-Man: No Way Home mostra per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man la sua identità rivelata, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto di Doctor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso».

Spider-Man: No Way Home fa parte della Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel. Leggi il nostro speciale!