Andrew Garfield torna a smentire le voci sul suo coinvolgimento in Spider-Man: No Way Home, in uscita a dicembre del 2021.

Mancano poco più di 3 mesi all’uscita di Spider-Man: No Way Home, il nuovo cinecomic dedicato alle avventure dell’Uomo Ragno di Tom Holland, con un’uscita fissata per il 15 dicembre. Le indiscrezioni  emerse in questi mesi hanno spinto molti fan a credere che il Multiverso rappresenterà una parte fondamentale della pellicola di Jon Watts e che Tobey Maguire e Andrew Garfield torneranno ad interpretare le loro iterazioni del Tessiragnatele… ed il trailer uscito ad agosto ha confermato buona parte dei rumor!

Come alcuni di voi sapranno infatti, Sony ha fatto rimuovere per violazione di copyright due foto dal set emerse online ad agosto, una delle quali ritrae proprio Andrew Garfield con il costume dell’Uomo Ragno. In molti hanno visto questa segnalazione da parte di Sony come una vera e propria conferma dell’autenticità degli scatti, che fino a quel momento avevano diviso i fan.

Nel corso di una recente intervista, Garfield ha commentato (per l’ennesima volta) questi rumor, spiegando che a suo avviso i fan rimarranno molto delusi, ma che non è una sua responsabilità:

È un’idea entusiasmante della quale le persone sono ossessionate, lo sarei anche io se non sapessi cosa sta succedendo. Invece, so cosa sta succedendo ed ho paura che sarà veramente deludente per le persone.

Ma cosa posso fare? Devo lasciare che le persone rimangano deluse. Devo permettere alle persone di avere i propri sentimenti. Non posso controllare l’esperienza degli altri. Quindi, se vogliono crearsi delle aspettative, spetta a loro.

Queste dichiarazioni potrebbero ovviamente “spaventare” molte persone… ma pensandoci bene, come può essere a conoscenza dei dettagli della trama se non è coinvolto? Garfield infatti ha sempre preso le distanze dal progetto, spiegando più volte di non sapere nulla sui leak o sul suo ritorno.

Comunque vada, bisogna fare il giusto affidamento su queste smentite, senza prenderle per verità assolute. Gli attori infatti spesso e volentieri nascondono i loro casting ai giornalisti per motivi di contratto, basti pensare al recente caso di Tatiana Maslany per She-Hulk.

Fonte