Alfred Molina tornerà ad interpretare la stessa versione del Doctor Octopus di Spider-Man 2 negli eventi di Spider-Man: No Way Home!

Dopo un breve ma preoccupante “divorzio“, la Sony Pictures e la Walt Disney Company hanno siglato un nuovo accordo che permetterà ai Marvel Studios di continuare ad utilizzare l’arrampicamuri di Tom Holland nell’Universo Cinematografico Marvel e di concludere la trilogia dedicata al personaggio con un terzo film intitolato Spider-Man: No Way Home.

Le riprese del film, iniziate ad ottobre dello scorso anno, si sono ufficialmente concluse a fine marzo ed ora è finalmente uscito un dettaglio ufficiale molto, molto interessante.

Nel corso di una recente intervista nel tour promozionale di Promising Young Woman, Alfred Molina si è lasciato sfuggire qualche dettaglio di troppo, confermando definitivamente i report dello scorso anno, e spiegando che tornerà nei panni di Doctor Octopus in Spider-Man: No Way Home!

Quando lo abbiamo girato, nessuno di noi poteva parlarne, doveva essere un enorme segreto. Ma come ben saprete su Internet, sono il peggiore di tutta Hollywood a tenere i segreti.

E’ stato fantastico. Davvero interessante tornare dopo 17 anni nello stesso ruolo. Ora ho il doppio mento e dei problemi alla schiena!

Successivamente l’attore ha spiegato che, dopo aver chiesto al regista Jon Watts come avrebbe fatto a far tornare in vita Doc Ock, ha ricevuto la seguente risposta:

“In questo universo, nessuno muore per davvero“.

Molina quindi ha spiegato che, nei loro incontri preliminari, Watts gli ha detto che la storia di Doc Ock ripartirà proprio “dal momento” finale di Spider-Man 2 nel fiume. In un franchise che include multiversi, viaggi nel tempo e divergenze temporali, questo sembra…plausibile.

Successivamente l’attore ha parlato della sua età, spiegando che verrà ringiovanito tramite CGI e make-up, confermando quindi che interpreterà la stessa identica versione dei film di Sam Raimi.

Le sue preoccupazioni infatti non erano legate più di tanto alla trama del film, bensì al suo aspetto. Dopotutto ora ha 67 anni ed è decisamente invecchiato rispetto al 2004:

Jon Watts mi ha guardato e mi ha detto “hai visto cosa abbiamo fatto a Robert Downey Jr. e Samuel Jackson?”

Hanno ringiovanito il volto di De Niro in The Irishman, ma quando combatteva sembrava un anziano! Ecco perché ero preoccupato, ovviamente non ho la stessa presenza fisica di 17 anni fa. Per fortuna, ricordo che facevano tutto i tentacoli!

La mia mossa base come Doc Ock era semplicemente fare uno sguardo minaccioso. Le braccia meccaniche facevano il resto. E’ stato fantastico.

Fonte