Ecco le regole che la Marvel ha imposto alla Sony nell’ accordo firmato da loro quest’ inverno per l’ utilizzo del personaggio di Spider-Man. Non è chiaro se queste direttive siano relative soltanto all’accordo invernale, o se risalgano addirittura alla prima trilogia di Sam Raimi. Segue l’ elenco delle direttive imposte alla Sony:

Spider-Man (che si tratti di Peter Parker o di un personaggio alternativo) deve:

  • Essere di sesso maschile
  • Non deve torturare
  • Non uccide a meno che non lo faccia per proteggersi/proteggere gli altri
  • Non usa linguaggio volgare oltre i limiti consentiti dal PG-13
  • Non fuma
  • Non fa uso o distribuisce droghe
  • Non fa uso di alcol
  • Non deve far sesso prima dei 16 anni e con nessuna al di sotto di quell’età
  • Non è omosessuale (a meno che la Marvel non lo faccia prima nei fumetti)

 

Peter Parker invece:

  • Deve essere caucasico ed eterosessuale
  • Il suo nome completo deve essere Peter Benjamin Parker
  • I suoi genitori sono assenti sin dalla sua giovane età
  • E’ stato cresciuto a New York da zia May e zio Ben
  • Ha acquisito i suoi poteri mentre era al liceo o al massimo al college
  • Ha acquisito i suoi poteri da un morso di un ragno
  • E’ stato lui a disegnare il costume rosso e blu
  • Il costume nero è un simbionte, non l’ha disegnato lui
  • E’ stato cresciuto in una famiglia di classe media del Queens, New York
  • Frequenta o ha frequentato il liceo nel Queens, New York e frequenta o ha frequentato il college a New York City

Cosa ne pensate di queste ‘semplici regole’ che la Marvel ha imposto alla Sony?